Crotone
Tempo di lettura: 1m 51s

Polizia: denunciata una persona per spaccio e arrestati due egiziani per reingresso irregolare in Italia

L’attività di controllo del territorio effettuata dalle volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura ha portato al sequestro di sostanza stupefacente tipo hashish ed alla denuncia di un crotonese di 52 anni.

Una volante, impegnata in zona stadio nell’ordinaria attività di prevenzione, ha notato un soggetto il quale, alla vista degli operatori, ha accelerato il passo, facendo ritenere che volesse eludere un eventuale controllo.

Pertanto, gli agenti lo hanno fermato e identificato, accertando che il soggetto, che palesava peraltro un certo nervosismo, era già stato  segnalato al Prefetto quale assuntore di stupefacenti, per cui hanno proceduto ad effettuare una perquisizione personale, estesa successivamente alla sua abitazione.

Il controllo presso la sua dimora ha consentito di acquisire elementi indicativi della dedizione dell’uomo all’attività di spaccio; infatti, sono stati rinvenuti alcuni involucri contenenti complessivamente 34 grammi di hashish, un bilancino elettronico e materiale per il confezionamento delle dosi.

Pertanto, gli agenti hanno proceduto al sequestro del suddetto materiale e al deferimento del soggetto, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Crotone, per detenzione di sostanze stupefacenti al fine di spaccio.

 

Sempre la Polizia ha arrestato due cittadini egiziani, di 24 e 25 anni, sbarcati sulle coste crotonesi il 17 agosto scorso insieme ad altri 422 migranti, per reingresso irregolare nel territorio nazionale prima dei tre anni.

Grazie al rilevamento delle impronte digitali, ed alla conseguente comparazione con le precedenti acquisizioni dattiloscopiche presenti nella Banca Dati, procedura cui vengono sottoposti tutti gli extracomunitari che giungono sul territorio, è stato possibile accertare che, il primo,  nel settembre 2019, il quale peraltro aveva fornito nella circostanza generalità diverse, era stato colpito da decreto di espulsione emesso dal Prefetto di Catania, e quindi rimpatriato in Egitto, mentre al secondo era stato notificato un provvedimento di respingimento emesso nel giugno dello scorso anno dal Questore della medesima città.

Alla luce delle risultanze degli accertamenti, i cittadini extracomunitari sono stati tratti in arresto, a disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Crotone.