Crotone
Tempo di lettura: 1m 2s

Briatore risponde alla chiamata della Capitaneria di Crotone per una barca carica di migranti alla deriva

In un articolo pubblicato dalla versione online sul giornale “Verità e Affari”, il noto imprenditore Flavio Briatore, ha raccontato un episodio verificatosi a largo di Crotone, quando con il suo yatch è andato in soccorso di una barca a vela carica di migranti. “Abbiamo ricevuto una richiesta dalla Capitaneria di Crotone – ha spiegato nell’intervista riportata nell’articolo – Ci hanno pregato di andare a controllare una barca. Ci hanno le coordinate ed era a 7/8 miglia da noi. Pensavano fosse uno yacht che chiedeva aiuto. A quel punto abbiamo deviato e siamo andati sul posto trovando una piccola barca a vela, circa sedici metri, piena di gente, almeno un centinaio di persone. Nemmeno gli animali dell’Ottocento erano trattati così. La gente urlava disperata, c’erano bambini, e noi cercavamo di calmarli dicendo che la motovedetta stava arrivando”. Secondo una prima ricostruzione i migranti sarebbero stati “portati con dei gommoni, li hanno messi sulla barca a vela, hanno inserito il pilota automatico bloccandolo, data una radio in mano in modo da poter chiamare i soccorsi e li hanno abbandonati”.

(Immagine di repertorio)