Crotone,
Tempo di lettura: 1m 59s

Giornata della memoria ricordando Dodò: Crotone gli dedichi un’area, adesso

Si è tenuta questa mattina, presso il teatro Apollo di Crotone, alla presenza di tanti alunni di diversi istituti scolastici calabresi, delle massime istituzioni locale e delle forze dell’ordine, la tredicesima giornata della legalità, organizzata dall’associazione Dodò Gabriele e da Libera. Dodò, oggi, avrebbe compiuto 24 anni ed è stato ricordato come sempre insieme alle altre vittime innocenti di mafia.

La giornata si è aperta con i saluti di Giovanni Gabriele e Francesca Anastasio, che hanno preceduto il prefetto di Crotone, Maria Carolina Ippolito. Il prof. Franco Rizzuti ha voluto ricordare anche Donatella Calvo, la dirigente scolastica scomparsa e che è sempre stata vicina a Libera.

È quindi iniziata la presentazione dei lavori delle scuole: l’Istituto Nautico Ciliberto di Crotone, la scuola Primaria Pizzuta dell’istituto comprensivo di Papanice, scuola frequentata da Dodò, l’Istituto Comprensivo Giovanni XXIII, Il Liceo Scientifico Enrico Fermi di Catanzaro e il Liceo Scientifico Rita Levi Montalcini di Sersale.

I ragazzi, coordinati dai loro docenti, hanno ricordato tra le altre le storie di Emanuela Loi, di Francesco Marcone e la strage dei netturbini avvenuta a Lamezia Terme il 24 maggio del 1991. Splendido il monologo dell’attore Giovanni Esposito, che ha portato in scena “La classe dei banchi vuoti”.

Al termine della giornata sono state consegnate le targhe in ricordo della giornata.

 

Chi scrive, già nel lontano 2010, aveva fatto una proposta, che aveva accolto il favore di diverse associazioni e anche singoli cittadini: intitolare una struttura, un centro sportivo, un parco o una via a Dodò. Sono passati dodici anni, in Calabria in tanti hanno scelto di farlo, molti anche fuori dai confini regionali. Manca solo Crotone, la città che avrebbe dovuto farlo per prima. È arrivato il momento di identificare un’area o una struttura bella davvero che porti il nome di Dodò Gabriele. Di certo non mancano: dal Palakrò alla Piscina olimpionica, dal parco di Via Tellini e diverse zone della città. Ci vuole solo la volontà. Nel corso della giornata il prefetto di Crotone ha raccolto l’appello, dicendosi disponibile ad approvare l’iter. Adesso manca solo l’Amministrazione Comunale. Speriamo sia davvero la volta buona.

Vincenzo Montalcini