Crotone,

Stagione concertistica Beethoven Acam, stasera Daniele Parisi all’Apollo

Tornano gli appuntamenti del cartello della Stagione concertistica “L’Hera della Magna Grecia” a cura della Società Beethoven Acam e torna con “Generazioni a confronto” di e con Daniele Parisi. Giovedì 29 novembre, alle ore 21:00 al Teatro Apollo di Crotone.

Daniele Parisi voce Narrante; Vincenzo Cipriani pianoforte e con l’Orchestra d’archi “Orfeo Stillo” diretta dal Maestro Fernando Romano

Daniele Parisi

Ragazzino timido e introverso, sin dalla tenera età gridava in faccia a tutti gli sconosciuti fino a perdere i sensi.

Asmatico e allergico ai raggi ultra violetti (così dissero nel 1987), spesso in classe portava gli occhiali da sole: per questo motivo veniva deriso. Un talento l’aveva: leggeva una pagina e la imparava subito a memoria. Sua zia era convinta che fosse posseduto dal demonio. A 9 anni, insieme ad un suo compagno di classe, gira un film amatoriale con la telecamera di suo padre dal titolo Highlander 4. Nel Cast c’era anche sua sorella: moriva in tutte le scene. Comincia il teatro al liceo, si laurea e poi si diploma in recitazione all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio d’Amico. Fa lo scritturato e cade in depressione. Sogna di perdere i denti. Per non diventare pazzo comincia a scrivere sulla scena realizzando i suoi spettacoli.

Quando va fuori dice di essere romano, anche se dentro sa di essere cresciuto tra Ciampino e Albano Laziale. Conta di morire non prima dei 70 anni, salvo complicazioni.”

Si diploma come attore nel 2008 all‘Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico”.

Ancora allievo, nel 2009, interpreta il ruolo di Romeo nello spettacolo di Giovanni Greco “Street Romeo and Juliet” che debutta al Festival Strabenkinder di Berlino.

In teatro lavora con: Antonio Calenda, Lorenzo Salveti, Lilo Baur, Romeo Castellucci (Societas Raffaello Sanzio), Massimo Chiesa (TKC), Vincenzo Manna (Cassepipe).

Debutta al Cinema nel 2016 come protagonista nel film “Orecchie” di Alessandro Aronadio (Festival del Cinema di Venezia73, sezione “Biennale College”). Al Cinema lavora con: Matteo Botrugno e Daniele Coluccini (Il Contagio – 2017 Festival del Cinema di Venezia74, sezione “Giornate degli Autori”); Gianni Zanasi (Troppa Grazia – 2018); Duccio Chiarini (L’Ospite – 2018)

In tv lavora con Mattia Torre (La Linea Verticale – 2017), Michele Alhaique (Mario Francese – 2017), Eros Puglielli (Il bello delle donne – alcuni anni dopo – 2016), Renato De Maria (Il segreto dell’Acqua 2011), Stefano Vicario (Bruno e i suoi – 2009).  Dal 2011 approfondisce la sua personale ricerca teatrale attraverso la scrittura di scena realizzando gli spettacoli: Abbasso Daniele Parisi(2011) ; Ab hoc et ab hac (2013); Inviloop (2015); La vita è una beffa (2016); Euhoè! (2018).

Nel 2016 vince il Premio NuovoImaie Talent Award come Miglior Attore Italiano Esordiente al Festival del Cinema – Venezia73.

Nel 2017 vince il Premio come Miglior Attore al Monte-Carlo Film Festival de la Comédie

Tag:,

La dolce vita