Cutro,
Tempo di lettura: 1m 14s

Cutro, dimissioni Divuono: decadono Giunta e Consiglio, Mannino è il commissario

Il Prefetto di Crotone, Tiziana Tombesi, con provvedimento del 3 luglio 2020 ha sospeso il Consiglio comunale di Cutro fino all’emanazione del relativo decreto di scioglimento, nominando, per la provvisoria gestione, il Prefetto in quiescenza Domenico Mannino con i poteri del sindaco, della Giunta e del Consiglio.

Il provvedimento prefettizio si è reso necessario a seguito delle dimissioni divenute irrevocabili, ai sensi dell’art. 53, comma 3 del D. Lgs. 267/2000, da parte del Sindaco di Cutro, Salvatore Divuono.

Il Prefetto Mannino è nato a Reggio Calabria il 22 gennaio 1947, coniugato, si è laureato in Giurisprudenza nel 1970 a Messina ed è abilitato all’esercizio della professione di Avvocato.

Nel corso della sua carriera, il Prefetto Mannino ha prestato servizio presso le Prefetture di Catanzaro, Reggio Calabria e Pisa. Ha ricoperto, inoltre, diversi incarichi tra i quali si ricordano quelli di componente della Commissione straordinaria per la gestione del Comune di Nola e le gestioni commissariali dei comuni di Ardore, Anoia Cesignana, Melito Porto Salvo, Benestare, Stignano, Locri, Villa San Giovanni, Taurianova e Ancona.

Nominato Prefetto il 30 dicembre 2003, ha svolto le funzioni di Prefetto di Massa Carrara, di Rimini e di Livorno.

Da novembre 2017 a novembre 2019, il Prefetto Mannino è stato nominato componente della Commissione straordinaria per la gestione del Comune di Isola di Capo Rizzuto, sciolto per infiltrazioni della criminalità organizzata ai sensi dell’art. 143 del TUEL.

Tag: