Crotone,

Prostituzione in via Roma, denunciate tre donne cinesi

Prostituzione, ancora un appartamento sequestrato dai carabinieri della Stazione di Crotone. Questa volta l’attenzione dei militari si è concentrata su un annuncio notato sul web nel quale sedicenti ragazze orientali si dichiaravano molto disponibili ad incontrare solo italiani, in un appartamento nella centralissima via Roma. Sulla base di alcune segnalazioni fatte dai cittadini ai carabinieri di quartiere, i militari sono riusciti in poco tempo ad identificare l’appartamento in questione. A differenza di quanto scoperto nella precedente operazione (appartamenti sequestrati in via Pastificio, piazza Mantegna e via San Francesco), questa volta all’interno della casa c’erano due prostitute cinesi e non sudamericane. I carabinieri hanno sentito, in qualità di testimoni, alcuni clienti che hanno confermato la presenza di due “signorine” asiatiche all’interno della casa, pronte a soddisfare le esigenze dei clienti previo corrispettivo di una cifra dai 30 ai 70 euro. Dalle testimonianze si è inoltre appreso che la casa era “aperta” da alcuni mesi con un graduale ricambio di ragazze, che coincideva di solito con la diminuzione di gradimento dei clienti. Il blitz dei carabinieri è scattato martedì sera alle ore 20.00 in corrispondenza della chiusura dei negozi circostanti. I militari hanno perquisito l’appartamento dove sono stati ritrovati circa 400 euro ritenuti provento dell’attività e quindi posti sotto sequestro; numerosi block notes dove venivano riportate alcune frasi in lingua italiana “funzionali” alla professionale con a lato la traduzione in cinese. “Le due donne, 36 e 42 anni, – è scritto in una nota – sono state condotte in caserma ed a causa delle reticenza nel fornire informazioni e nello rispondere alle domande degli investigatori sono state denunciate in stato di libertà per favoreggiamento personale. Una terza donna cinese, non presente al momento dell’irruzione, è stata segnalata alla Procura per sfruttamento della prostituzione”. Anche per questa circostanza il lavoro degli investigatori si concentrerà sulla eventuale presenza di una organizzazione che gestisca a livello operativo e logistico l’attività di prostituzione in città.

Tag:,

Aurum