Crotone,
Tempo di lettura: 1m 20s

Crotone: Pablo adottato da Sasà, ma Enpa propone protocollo per prevenire randagismo

Sasà con il gattino Pablo appena adottato

foto: Enpa

Riceviamo e pubblichiamo:

“Un ringraziamento da parte dell’Enpa (ente nazionale protezione animali) a Sasà e alla sua famiglia che in questo difficile periodo di quarantena hanno accolto nella loro casa una piccola creatura indifesa.

Pablo, questo il nome del gattino adottato dal piccolo Sasà, è stato fortunato a differenza di tanti altri animali che quotidianamente vengono abbandonati per le strade da uomini cinici e crudeli.

Enpa auspica che terminata la fase critica dell’emergenza Covid 19, le Istituzioni, più volte sollecitate a promuovere una campagna provinciale di prevenzione del randagismo, si attivino per monitorare il territorio e sterilizzare tutti i cani e i gatti randagi reinserendoli, laddove possibile, nelle zone di provenienza.

Una bozza di protocollo d’intesa per la prevenzione del randagismo da far sottoscrivere ai Comuni e alle ASP è stata predisposta dall’Enpa e trasmessa anche al Ministero della Salute che l’ha ritenuta valida e praticabile.

Enpa auspica, pertanto, che il Prefetto di Crotone si renda parte attiva per coordinare i sindaci della provincia di Crotone e il servizio veterinario dell’Asp (azienda sanitaria provinciale) al fine di attivare le necessarie azioni per contrastare e prevenire il randagismo ed evitare quindi che i cittadini sensibili, dopo aver soccorso un animale per le strade pubbliche, si vedano costretti a subire impotenti lo scarica barile delle autorità preposte ad intervenire per il recupero degli animali abbandonati”.

Giuseppe Trocino, presidente – Ente Nazionale Protezione Animali – Sezione di Crotone