Crotone,

Capretto morto sull’auto di don Ennio Stamile, referente di Libera Calabria

Un capretto morto attaccato all’auto, questo l’ennesimo atto intimidatorio ai danni di Don Ennio Stamile, coordinatore di Libera Calabria e parroco di Cetraro. La scoperta è stata fatta mentre Stamile cenava in un ristorante con i capi scout.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno trovato il capretto morto in una busta di spazzatura attaccata all’automobile di Don Ennio Stamile.

Informati del fatto sul psoto sono arrivati il sindaco di Cetraro, Angelo Aita, e il consigliere regionale, Giuseppe Aieta che hanno espresso sdegno per l’atto e solidarietà a Stamile. Non è la prima volta che Don Ennio Stamile viene fatto bersaglio di atti intimidatori pesanti nel territorio di Cetraro. Territorio sul quale la Procura della Repubblica di Paola, guidata da Pier Paolo Bruni, da tempo sta mettendo le mani sul patrimonio delle famiglie di ndrangheta. L’impegno di Don Ennio Stamile, inoltre, da coordinatore regionale di Libera, è rivolto a tutta la regione anche attraverso testimonianze e prese di posizioni nette contro la ndrangheta.

Tag:, , ,

Al Lantarnino