Crotone,

Querelle al Comune di Crotone, Ape replica a Proto: “Uniche assunzioni portano la mia firma. Mi riservo di rivolgermi all’autorità garante”

Il Comune di Crotone

foto: CrotoneNews

Riceviamo e pubblichiamo

“Mi ero riproposto di non tornare più su una vicenda caratterizzata da atteggiamenti di leggerezza  e di mancanza di rispetto nei miei confronti da parte di funzionari comunali, ma il solerte intervento del Vice Sindaco, probabilmente nella sua qualità di Assessore al Personale, mi costringe ad una replica di cui avrei fatto volentieri a meno.

Innanzitutto la consegna dei documenti in mio possesso avrei tempo di farla fino alla data di pensionamento ma, in ogni caso, per eseguirla avrei dovuto sapere a chi farla e questa informazione doveva fornirmela il Dirigente del Settore, che ancora oggi  non l’ha fatto. In assenza di tale informazione mi sono comunque premurato di lasciare istruzioni ai colleghi d’ufficio e rendermi disponibile per ogni ulteriore informazione utile. Cosa verificatasi già in più occasioni.

Nessuna documentazione utile alla predisposizione degli atti conseguenti il piano delle assunzioni il Dirigente del Settore VI ha recuperato nella mia stanza, in quanto tutta quella in mio possesso era stata già consegnata al momento necessario alla precedente Dirigente che aveva elaborato il piano insieme al Segretario Generale.

Quanto denunciato riguardava un utilizzo contrario all’allegato B del D. Lgs. N. 196/2003 e degli art. 2 e 3 del Regolamento Comunale per la sicurezza e l’utilizzo delle postazioni di informatica sul luogo di lavoro approvato con delibera di Giunta n. 269/2007 messo in atto dal Dirigente e dal Funzionario al quale erano state rilasciate personali credenziali di accesso al computer, cedute inopinatamente ad altri.

Per quanto riguarda poi  l’audit tenuta il 27 maggio scorso dal Data Protection Officer dr. Pasquale Nicolazzo, al quale era stata indirizzata la mia denuncia, mi chiedo come mai lo stesso non si sia neanche preso la briga di sentire il denunciante prima di adottare una decisione sul caso e ritenere di non effettuare alcuna notificazione all’Autorità Garante, alla quale mi riservo di rivolgermi.

Per ulteriore chiarezza non mi sono mai sentito proprietario di stanze e strumentazioni comunali, ma, in qualità di utilizzatore, ne ho sempre avuto grande rispetto ed ho sempre avuto atteggiamenti idonei a preservarne la loro integrità per come previsto nel citato regolamento.

In merito, poi, alla personale considerazione finale del Vice Sindaco vorrei fargli notare che il sottoscritto ha svolto le sue funzioni al servizio dei cittadini crotonesi in maniera leale e rispettosa nei loro confronti per quarant’anni ed è più che contento se, finalmente, si procederà ad assumere personale all’interno del Comune di Crotone, perchè vorrei ricordare a chi lo avesse dimenticato che le ultime assunzioni risalgono al 2017 e, guarda caso, portano la mia firma quale Dirigente Facente Funzioni, altro che irritazione e disappunto”.

Emilio Ape

Tag:,

Istituto S.Anna