Crotone
Tempo di lettura: 2m 10s

Terzo settore e sviluppo del territorio, partecipato il convegno tenutosi al Comune

Crotone al Futuro – come gli Enti del terzo settore possono guidare, sostenere e accompagnare lo sviluppo sociale, culturale ed economico del territorio, è questo il tema del Convegno Organizzato dal Forum del Terzo settore della Provincia di Crotone, che si è tenuto mercoledì 29 novembre presso la Sala Consiliare del Comune di Crotone.

Ad aprire i lavori, moderati da Giusy Regalino, dopo i saluti istituzionali del Sindaco Vincenzo Voce e della consigliera Antonella Passalacqua, la portavoce Manuelita Scigliano che ha presentato una disamina del Forum provinciale, ad un anno dalle nomine del nuovo Coordinamento.

Il Forum vuole essere collettore e rappresentante degli operatori del non profit della provincia, una realtà variegata che nel nostro territorio è sempre stata vivace, ricca e soprattutto resiliente, pronta non solo a rispondere alle emergenze a supporto ed in collaborazione con gli enti locali, ma matura abbastanza da promuovere reti di cooperazione tra le diverse realtà associative ed istituzioni.

A seguire gli interventi di due componenti del Coordinamento provinciale: Francesco Turrà e Rosaria Vazzano, che hanno relazionato rispettivamente sul tema della riforma del terzo settore e sugli strumenti di coprogettazione e su quello che è lo spaccato del territorio attraverso la presentazione dei dati in materia di divario territoriale, servizi alle persone, infrastrutture e capitale umano.

Perché solo a partire da una profonda conoscenza del territorio, è possibile appontare risposte di lungo periodo, capaci di colmare i vuoti che la dismissione del Welfare, così come è finora stato nel sistema Paese, sta lasciando.

Ad arricchire il dibattito, sono stati gli interventi dei relatori, Cesare Nisticò, esperto terzo settore e politiche giovanili; Antonio Samà docente dell’Università della Calabria; Pasquale Neri portavoce del Forum Città Metropolitana di Reggio Calabria e Luciano Squillaci, portavoce del Forum del Terzo settore della Calabria.

Un momento importante e fortemente partecipato di confronto e riflessione, sulle sfide che attendono la galassia del terzo settore, fatta da realtà fra loro variegate che vanno dalle associazioni alle imprese sociali, vere e proprie antenne del disagio e dei cambiamenti in atto, capaci di tradurre le soluzioni individuate in attività volte al benessere collettivo, senza mai dimenticare quello che ha ricordato il Portavoce Regionale Luciano Squillaci: «il  senso profondo di quello che facciamo, il perché che sta dietro ogni nostro agire, la motivazione che sta prima di ogni come e di ogni azione».