Mesoraca
Tempo di lettura: 1m 0s

Mesoraca, deteneva tre tartarughe vive e due vipere sotto liquido: denunciato dai carabinieri forestali

Le tartarughe sequestrate

I carabinieri nel corso di un controllo di un’abitazione, eseguito nella località Filippa del comune di Mesoraca, hanno rinvenuto tre tartarughe di terra e due vipere detenute illegalmente. Gli animali sono stati posti sotto sequestro. Il detentore è stato deferito alla Procura della Repubblica di Crotone.

L’accertamento svolto dai carabinieri forestali chiamati in supporto ha acclarato che i rettili erano della specie Testudo hermanni (dal nome del naturalista francese Jean Hermann), particolarmente protetta dalla Convenzione di Washington (1973). Essa è l’unica specie di testuggine autoctona del Sud Italia ed è sottoposta ad un forte prelievo dal suo ambiente naturale che ne mette a rischio la sopravvivenza. Nel corso dell’attività sono state rinvenute anche due aspidi (Vipera aspis) la cui detenzione non è consentita, conservate in soluzione liquida in un recipiente di vetro.

Il detentore non ha fornito alcuna documentazione attestante la provenienza lecita degli esemplari ed è stato così deferito all’Autorità giudiziaria. Gli animali sono stati posti sotto sequestro, già convalidato dall’Autorità giudiziaria, e le testuggini saranno trasferiti al Cras, il Centro recupero animali selvatici di Catanzaro.