Crotone,

Crotone, boato lungo la costa: aereo Eurofighter dell’Aeronautico militare supera la velocità del suono

Caccia Eurofighter

Un fortissimo boato poco dopo le ore 14:00 è stato avvertito lungo tutta la costa fino a Melissa. Molte le segnalazioni degli abitanti della zona che avvertito il boato si sono preoccupati. Alcuni cittadini hanno telefonato anche a vigili del fuoco, polizia e carabinieri. Vista l’area estesa in cui è stato avvertito il boato e il fatto che l’Ingv non ha registrato alcun movimento tellurico in quella fascia oraria, restava da verificare solo se qualche aereo militare avesse superato la velocità del suono (bang supersonico). In effetti, interpellata da CrotoneNews, l’Aeronautica Militare ha confermato tutto. Questo il testo integrale di un comunicato stampa che l’Ufficio Generale del Capo di Stato Maggiore 2° Ufficio “Pubblica Informazione – Relazioni con i media giornalistici – ha inviato alla nostra redazione: “Nel primo pomeriggio di oggi un velivolo Eurofighter dell’Aeronautica Militare, decollato dalla base di Gioia del Colle (Bari) per un volo di collaudo regolarmente autorizzato, ha superato la velocità del suono mentre si trovava in prossimità della città di Crotone, ad una quota prevista dalle normative in vigore. Il superamento della velocità del suono ha causato il boato avvertito in alcune località della zona, che potrebbe essere stato amplificato da particolari condizioni meteorologiche.

Questa attività rientra in una serie di test di collaudo che vengono normalmente svolti al termine di un ciclo manutentivo per valutare l’efficienza del velivolo prima di impiegarlo nei compiti operativi previsti.

L’Eurofighter (nomenclatura aeronautica F-2000A) è un velivolo in grado di offrire capacità operative di ampio respiro e un’efficacia impareggiabile nel settore della Difesa Aerea. L’utilizzo di questi velivoli nel servizio d’allarme nazionale, garantito dai reparti dell’Aeronautica Militare per la Difesa Aerea 24 ore su 24, 365 giorni all’anno, permette di fornire una maggiore capacità a quel complesso dispositivo che, in pochi minuti, assicura il decollo dei caccia per intercettare e identificare qualunque traccia aerea sospetta rilevata dai radar. È il frutto della collaborazione industriale di Germania, Gran Bretagna, Italia e Spagna.

Tre sono gli Stormi dotati di assetti Eurofighter che l’Aeronautica Militare impiega per il servizio di Difesa Aerea: il 4° Stormo di Grosseto, il 36° Stormo di Gioia del Colle ed il 37° Stormo di Trapani, i quali alimentano a turno, secondo necessità, anche una cellula temporanea presso la base del 51° Stormo di Istrana. Da marzo 2018 inoltre, nel sistema di Difesa Aerea sono stati integrati anche i velivoli F35 del 32° Stormo di Amendola, che contribuiscono, con specifiche capacità operative e tecnologia di ultima generazione, alla difesa dei cieli italiani”.

Tag:, , ,

Aurum