Crotone,
Tempo di lettura: 2m 13s

Domani Crotone-Pordenone, la partita che può valere una stagione

Poco più di un giorno alla sfida verità: una gara che potrebbe pesare tantissimo, soprattutto in caso di vittoria degli squali. Ma, di mezzo, ci sono questi 90 minuti da giocare a mille, col coltello tra i denti e pensando di avere sulle spalle tutta la potenza del popolo pitagorico. Perchè anche se i tifosi non possono essere li, a qualche metro dal terreno di gioco a sostenere Cordaz e compagni, con cuore in campo ci sarà tutta Crotone che si è di nuovo appassionata a questa squadra, è orgogliosa e fiera. E spera in un altro miracolo sportivo della società del presidente Vrenna, l’ennesimo. Ma non è una gara scontata, lo ha detto oggi Stroppa in conferenza stampa: “Se sono li al terzo posto in classifica non è un caso”. Potevano essere “una sorpresa all’inizio della stagione, adesso non più”. Perché il Pordenone è squadra pragmatica, concreta. Insomma, un cliente brutto da affrontare e con cui puoi perdere anche se sfoderi una prestazione maiuscola. Occhio quindi ai dettagli, ai particolari che fanno la differenza. “Per noi è un esame” ha detto ancora Stroppa. Vincere significherebbe portarsi a tre punti dalla quinta, ammesso che lo Spezia vinca. E con dodici punti in palio sarebbe una fuga non da poco. Ma i conti non si possono, non si devono fare prima. Lo sforzo è quello di vedere in campo domani sera il miglior Crotone della stagione, trovare nuove energie a distanza di una prestazione straordinaria come quella offerta a Cittadella, dove gli squali hanno incantato per la qualità del gioco e la brillantezza degli interpreti. Il Crotone deve fare il… Crotone. Iniziamo a crederci tutti. Non era facile tornare a esprimersi su questi livelli, ma fino ad ora Stroppa ha dimostrato di avere ragione. Ma serve uno scatto finale, uno sforzo che potrebbe consegnare lui e i suoi ragazzi alla storia. Ancora una volta. Allora: avanti squali, è giunta l’ora di azzannare questa Serie A.

Probabili formazioni

CROTONE (3-5-2): 1 Cordaz; 2 Curado, 5 Golemic, 3 Cuomo; 16 Gerbo, 21 Zanellato, 18 Barberis, 10 Benali, 17 Molina;  23 Simy, 30 Messias. In panchina: 22 Festa, 12 Figliuzzi, 2 Curado, 19 Gomelt, 13 Bellodi, 15 Sapone, 26 Evan’s, 14 Crociata, 9 Armenteros, 20 Maxi Lopez, 11 Jankovic, 23 Mazzotta, 27 Ruggiero. Allenatore: Stroppa

PORDENONE (4-3-1-2) 1Bindi; 11 Semenzato, 31 Camporese, 6 Barison, 3 De Agostini; 24 Pobega, 14 Pasa, 21 Misuraca; 7 Gavazzi; 13 Ciurria, 27 Candellone, 28 Bocalon. In panchina: 12 Passador, 29 Almici, 26 Bassoli, 20 Gasbarro, 4 Stefani, 5 Vogliacco, 8 Burrai, 10 Chiaretti, 18 Mazzocco, 23 Tremolada, 30 Zammarini, Allenatore: Tesser.