Cirò Marina,

L’8 marzo hanno spento il sorriso di Antonella Lettieri

L’otto marzo dello scorso anno ha cambiato per sempre la vita della famiglia Lettieri di Cirò Marina. Quella sera, quella maledetta sera, Antonella, 42 anni, dipendente di un supermercato, bella, sempre sorridente affrontò il suo assassino al rientro a casa. La mattina dopo il suo corpo fu trovato in una pozza di sangue in casa sua, martoriato da una serie infinita di colpi. La rabbia del paese, la fiaccolata, il dolore infinito delle sorelle e poi la svolta nelle indagini. Più di due mesi dopo, dopo una serie interminabili di rilievi, anche con l’ausilio dei Ris di Messina, i carabinieri fermarono il vicino di casa di Antonella, Salvatore Fuscaldo. Per l’omicidio di Antonella Lettieri il 17 gennaio 2018, Tribunale di Crotone ha condannato, col rito abbreviato, Salvatore Fuscaldo a 30 anni di carcere. L’otto marzo, data simbolo per le donne che lottano e combattono, il sorriso di Antonella è stato spento per sempre dalla barbarie di un uomo. 

Aurum