Crotone
Tempo di lettura: 1m 14s

Rari Nantes-Canottieri Napoli 7-7, ma i crotonesi fanno ricorso

Una sfida d’altri tempi, un’emozione dietro l’altra, un pareggio finale giusto per quanto si è visto nell’arco dei quattro tempi. La sfida al vertice tra Rari Nantes Auditore e Canottieri Napoli non ha deluso le aspettative, anche se il match potrebbe avere una coda finale per un presunto errore della giuria, con i tre falli gravi segnalati a Massimo Giacoppo già nel secondo tempo, che però anche dalle analisi dei video ne aveva commessi solo due. Sopra di quattro gol dopo un inizio devastante i pitagorici hanno dovuto fare a meno di uno dei loro leader, autore già di una doppietta.

La compagine crotonese è comunque andata avanti a gran ritmo, portandosi sul 6-2, ma da quel momento in campo ha iniziato a regnare la confusione. I falli hanno condizionato pesantemente l’andamento del match, visto che ai crotonesi ne sono stati fischiati il doppio degli avversari e questo non ha consentito a mister Arcuri di gestirsi con le rotazioni volute. Ne ha approfittato la Canottieri, che nel finale ha addirittura messo la freccia con un parziale di 6-0. A ristabilire la parità ci ha pensato Maros Tkac con un rigore nel finale, a suggellare un 7-7 che però potrebbe non valere nulla, visto la che la società biancazzurra ha già fatto un preavviso di ricordo per errore della giuria.