Crotone
Tempo di lettura: 2m 7s

Ottime prove della Sakro alla Napoli Half Marathon

Nell’ormai tradizionale appuntamento con la Napoli Half Marathon, gli atleti krotoniati hanno contribuito, con il loro bagaglio di esperienza, simpatia e sportività, a rendere l’edizione 2024 ancora più interessante.
Il percorso partenopeo, con partenza e arrivo in viale Kennedy, a Fuorigrotta, ha visto sfilare lungo i 21,097km del tracciato cittadino, circa 6mila atletii dei quali 2.800, provenienti da 60 paesi diversi e ci ha anche regalato il nuovo record italiano femminile sulla distanza.  L’azzurra Sofiia Yaremchuk (CS Esercito) ha vinto la Napoli City Half Marathon con il crono di 1h08’27” la donna italiana di sempre nella mezza maratona.
La gara maschile invece se l’è aggiudicata Brian Kwemoi Kirui che ha vinto in 59’26”, davanti ai connazionali Anthony Kimtai in 59’45” e Bernard Kipkurui Biwott in 59’47”. Primo degli italiani l’azzurro Yassine Rachik (GS Fiamme Oro Padova) in 1h05’14” davanti a Raffaele Giovannelli (ASD International Security) in 1h06’47” e Alessandro Zanga (La Recastello Radici Group) in 1h07’55”.
Domenica 25 febbraio è stata una giornata ricca di importanti impegni per gli atleti della Sakro.
Ottime le prestazioni degli scandalesi della SAKRO, DAVIDE CIRILLO e GIUSEPPE PETRONE, che hanno chiuso la gara rispettivamente in 1h37’04” e 1h37’46”. Segnali positivi anche per LUIGI DE BIASE (1h50’17”), al suo rientro dopo un fastidioso infortunio al bicipite femorale. Prestazione superba invece quella di GIOVANNI SCALISE; l’infaticabile e indomabile leone scandalese, nonostante la dolorosa recidiva di un infortunio al polpaccio, ha stretto i denti ed ha portato a termine la gara con un interessante 1h42’45”. Da segnalare anche la prova di GERARDO CERAUDO che al suo ritorno sulla distanza dopo otto anni ha chiuso la competizione con un cronometrico che fa ben sperare per il futuro: 1h50’05”.
Da applauso, inoltre, il risultato, nella categoria SM 65, dell’ormai veterano ROSARIO SCALISE che con 1h38’29” ha conquistato il terzo gradino del podio e che, siamo pronti a scommetterci, in futuro ci regalerà molte soddisfazioni.
Stranamente soleggiata, infine, l’edizione 2024 della Verdi Marathon che, a Salsomaggiore, ha visto nella griglia di partenza della 30 km il nostro caparbio e resiliente MASSIMO SCANDALE: lo scandalese  ha dimostrato ancora una volta la sua predisposizione per le lunghe distanze completando il percorso in 2h31’53.