Crotone,
Tempo di lettura: 3m 11s

Ilca Italia Cup, in grande spolvero gli atleti del Club Velico Crotone

Nello scorso lungo week end a Crotone si è svolta una regata dell’Ilca ( ex classe Laser ) particolarmente importante, in quanto tappa del circuito dell’ITALIA CUP, che seleziona in una ranking list in migliori timonieri italiani di questa classe divisi nelle varie categorie ( Ilca4, Ilca6, Ilca7 ). Organizzata dal Club Velico, che come suo solito ha messo in campo tutte le sue migliori forze a terra e a mare, affinchè si svolgesse nel migliore dei modi, è stata un vero successo sia dal punto di vista logistico che da quello sportivo per i colori rossoblu del circolo crotonese, che ha potuto festeggiare i podi di due suoi timonieri: Alessandro Cortese e Angela Lumare.

Alessandro Cortese compie, infatti, l’impresa di chiudere primo overall nella classifica Ilca4 con 5 primi posti all’attivo su 5 prove fatte, mentre Angela Lumare il terzo overall femminile sempre nella classifica Ilca4: un vero successo questo dei giovani timonieri del CVC, che si sono sempre allenati con serietà insieme ai loro compagni di squadra, sotto la guida del coach Luca Calzona.

Bravi anche gli altri ragazzi dell’Ilca Team del Club Velico, che in questa regata in casa hanno voluto e saputo dare il meglio di sé: il giovanissimo Simone Paturzo ( 22esimo ), vera rivelazione del Team in questa manifestazione, Alice Ruperto ( 39esima ), che si conferma sempre tenace e battagliera, nonostante alcuni problemi che hanno rallentato la sua corsa, Federico Brazzelli  ( 40esimo ), che continua la sua crescita personale e sportiva, Francesco Graziani ( 69esimo ), giovanissimo anche lui come Paturzo, in vera evoluzione atletica, Matteo Cafarella ( 84esimo ), che dimostra di esserci sempre, anche nei momenti più difficili, e 92esima Andrea Spatolisano, che ha lasciato la regata dopo il primo giorno di prove per motivi personali.

Non è stata una competizione facile sia per chi ha regatato, sia per chi ha dovuto gestirne l’organizzazione: le onde impegnative, oltre i due metri in alcuni momenti, e  il vento sempre particolarmente sostenuto, fino a sfiorare i 25 nodi nella giornata di sabato, quando il Comitato di Regata ha lasciato i timonieri a terra, non hanno però impedito il solito straordinario spettacolo sportivo a mare.

Il presidente del Club Velico, Paola Proto, può per questo ritenersi soddisfatta di quello che è stato fatto, di come sono state coordinate tutte le attività che ruotano normalmente intorno a questi grandi eventi, perché è riuscita ad avere la collaborazione di tanti soci e di tanti ragazzi, che da anni gravitano nell’associazione velica e ne condividono le finalità e gli obiettivi, vero fiore all’occhiello del Club, insieme agli atleti. Questi ragazzi sono il più bel risultato ottenuto dal circolo in questi anni di attività: un gruppo affiatato e festoso, che di anno in anno, di regata in regata si dà da fare perché la propria città, e non solo il Club Velico, venga ricordata da timonieri, allenatori, giudici, accompagnatori come una città accogliente, dove tutto è possibile se soltanto chiedi, dove nessuno, se hai bisogno, gira la testa dall’altra parte, dove c’è sempre posto per un sorriso.

E questo lo può confermare un’ospite sempre gradita del Club Velico, che da anni si allena nelle acque crotonesi, l’atleta olimpica Silvia Zennaro, che ha portato con sé a Crotone la piccola Olimpia di pochi mesi, che è stata la mascotte di questa manifestazione, portata sul primo gradino del podio dalla madre, che ha stravinto nella classifica overall dell’Ilca6, con 6 primi posti nelle sei prove effettuate.