Crotone,

Si è insediato il Procuratore Capoccia: “Lavorerò per il bene della collettività”

Si è insediato questa mattina il nuovo Procuratore della Repubblica. Giuseppe Capoccia con una cerimonia che si è tenuta nell’Aula 5 del Tribunale di Crotone alla presenza di tutte le autorità civili e militari e alla quale ha partecipato anche il Procuratore generale di Catanzaro, d ex Procuratore di Crotone, Raffaele Mazzotta. È toccato al presidente della sezione penale Abigail Mellace leggere il dispositivo con il quale il Csm ha nominato Capoccia a capo della Procura crotonese e fare un po’ i saluti di rito.
“Lavoreró per il bene della collettività e starò a Crotone per diversi anni. – sono state queste le prime parole del nuovo Procuratore di Crotone – Mi attiverò subito per incontrare i vertici delle Forze dell’odine con cui avremo rapporti di strettissima collaborazione”.
Capoccia, come detto, prende il posto di Raffaele Mazzotta, diventato Procuratore generale di Catanzaro lo scorso mese di gennaio. Da allora e fino ad oggi il giudice Lusiana Di Vittorio ha esercitato la funzione di Procuratore facente funzioni.
Giuseppe Capoccia è stato per anni sostituto procuratore a Lecce. Capoccia è nato nel 1961 e da magistrato si è occupato spesso di criminalità organizzata proprio negli anni più brutti in cui la Sacra corona unita mieteva morte e dolore in tutta la Puglia. Giuseppe Capoccia inizia a lavorare alla Procura-Pretura di Brindisi dove resta per oltre tre anni. Di seguito arriva nella sua città, a Lecce. A partire dal 1997 viene applicato alla Direzione Distrettuale Antimafia. Da Lecce va a Roma e lavora all’ufficio legislativo della Giustizia. Dal 2005 al 2009 diventa Direttore dell’ufficio studi per le relazioni internazionali dell’amministrazione penitenziaria. Nel 2009 è vice capo dell’ufficio legislativo del Ministro della Gioventù. Nel 2010 torna alla Procura di Lecce come sostituto.
La sua esperienza nelle inchieste contro la Scu di fatti lo porta a vivere sotto scorta per oltre dieci anni, poiché destinatario di numerosi messaggi di minaccia. Giovanni Capoccia rappresenta la pubblica accusa nel processo per il drammatico omicidio della piccola Angelica Pirtoli e della Mamma Paola Rizzello, uccise a Parabita.

Tag:,