Processo Insula, si riapre il dibattimento. In aula pentiti e testimoni della difesa

Si riapre il dibattimento del processo Insula dinanzi alla Corte d’Appello di Catanzaro. Processo che vede imputati, tra gli altri, l’ex sindaco di Isola Capo Rizzuto, Carolina Girasole e il marito, l’imprenditore Franco Pugliese, entrambi assolti da tutte le accuse in primo grao. La Corte ha deciso ammettere una serie di nuove testimonianze. Tra questi i testimoni del pm che sono i due collaboratori di giustizia del procedimento “Aemilia” Giuseppe Giglio e Giuseppe Liperoti, il maresciallo Palopoli della Guardia di Finanza di Crotone, che condusse le indagini, un carabiniere dei Ros. Non sono stati, invece, ammessi altri testi del pm come Lucio Cavazzoni, all’epoca presidente dell’Ati, e il dirigente comunale di Isola, Pasquale Arena, classe 1953. Sono state rigettate, inoltre, le richieste di trascrizione di una intercettazione relativa a tale Maurizio Greco. Contestualmente la Corte ha ammesso tutte le prove a discarico richieste dalle difese, tra le quali quella di risentire i periti di parte sulle trascrizioni delle intercettazioni contestate sin dall’inizio. La difesa di Pugliese e Girasole, rappresentata dagli avvocati Marcello e Mario Bombardiere, si è detta soddisfatta della linea tenuta dalla Corte perché così si potrà fare ulteriore luce su alcuni punti oscuri di questa inchiesta che portò Girasole e Pugliese a passare 185 giorni agli arresti domiciliari prima della piena assoluzione del settembre 2016 nel processo di primo grado.

Notizie Correlate

© 2017 RGB Communication srls · PI 03409750795 · Powered by Idemedia.