Crotone,
Tempo di lettura: 1m 41s

Perugia-Crotone, Stroppa: “Abbiamo raccolto poco in due gare in cui meritavamo di più, ma guardiamo avanti”

Giovanni Stroppa

foto: F.C. Crotone

Mastica amaro Giovanni Stroppa al termine della gara pareggiata a Perugia, anche se il tecnico non è deluso dalla prestazione dei suoi ragazzi. “Peccato perché abbiamo avuto tante occasioni e dovevamo portare a casa punti pesanti, invece ne raccogliamo soltanto uno. Allo stesso tempo non potevamo neanche rischiare di perderla, guardiamo avanti e pensiamo alla prossima partita con l’Ascoli di lunedì sera. In ogni gara è vietato sbagliare, dobbiamo continuare a lavorare e credere in quello che facciamo, senza abbatterci più di tanto. Rispetto alla gara giocata in casa con il Chievo Verona ho visto una squadra più svelta a fare alcune cose, è ovvio che nel finale del primo tempo potevamo fare di più”.

La superiorità numerica aveva agevolato il compito del Crotone, con Stroppa che ha pensato di dare la svolta nella ripresa in avvio con un doppio cambio. “Ho visto che il Perugia giocava con due centrocampisti e mi serviva una persona tra le linee che potesse creare problemi, ho scelto di spostare più avanti Messias con Crociata e Mustacchio che potevano creare superiorità sulle corsie esterne e infatti abbiamo fatto buone cose. Peccato per la traversa di Mustacchio, sarei stato contento per lui perché quando entra fa sempre la differenza”.

A dare freschezza all’attacco rossoblù ci hanno pensato anche Maxi Lopex ed Evan’s. “Maxi – ha aggiunto Stroppa – se ha questa volontà può darci una mano; Evan’s ha buona gamba e un ottimo uno contro uno e ha dimostrato di essere utile. Siamo ad un buon livello, ma ancora non basta. La squadra mi piace, mi è sempre piaciuta, bisogna essere positivi e concentrarci su quello che stiamo facendo, senza musi lunghi. La prossima partita può sempre essere quella determinante, dispiace aver fatto solo due punti perché potevamo dare un segnale forte al campionato”.

Tag:,