Crotone
Tempo di lettura: 1m 8s

Nel Palamilone tornano le urla di gioia, Talarico: “Dedicare ogni gol ai bambini vittime della tragedia”

Forse non è un caso che proprio oggi il Palamilone è tornato ad ospitare una partita di calcio, un evento gioioso. Un sano confronto, dove le urla sono di gioia per un gol fatto o di disperazione per uno fallito, dove sentirsi liberi in nome dello sport è ciò che più conta in quel momento. E forse proprio oggi arriva una piccola liberazione dal dolore, anche sa quello non scappi nemmeno se sei Eddye Merckx, avrebbe detto il buon Freccia. Quel luogo rimarrà un posto simbolo di un avvenimento che ha cambiato per sempre la storia della nostra città.

Dimenticare sarà impossibile, ma è giusto che quel palazzetto torni ad essere quello che è sempre stato. E oggi, con il torneo delle regioni di calcio a 5 Under 15, è stato così. La commozione del sindaco è stata quella di una città intera, che però in questa storia non ha nulla da rimproverarsi. Ha fatto tanto, continua a non dimenticare. Al posto del muro del pianto oggì c’è quella Campana realizzata dal maestro Gerardo Sacco. “Dedicate ogni gol a quei bambini” ha chiesto Pino Talarico, presidente provinciale della Lega Nazionale Dilettanti. E sarà così. Perché in fondo è giusto così, com’è giusto tornare a giocare.