Crotone,
Tempo di lettura: 1m 7s

Musica ad alto volume e proteste contro gli agenti: chiusa per 7 giorni pizzeria crotonese

Una pizzeria del centro di Crotone è stata chiusa con provvedimento del Questore, a seguito di gravi turbative dell’ordine pubblico.
A seguito di una segnalazione sul 113 di musica ad alto volume, pervenuta nella serata, personale delle volanti si è recato presso il locale e, giunto sul posto, ha constatato la fondatezza di quanto comunicato, rilevando inoltre la presenza di numerose persone intente a festeggiare e ballare, che occupavano peraltro parzialmente la sede stradale. A seguito dell’invito ad attenuare il volume e a liberare la strada, il personale di polizia  è stato prima aggredito verbalmente, e successivamente per le vie di fatto, da alcuni avventori del locale, che sono stati identificati e deferiti alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Crotone, in quanto ritenuti responsabili dei reati di oltraggio, violenza, resistenza eminaccia a pubblico ufficiale, nonché per lesioni personali nei confronti di uno degli agenti.
Le ulteriori verifiche effettuate da personale della Squadra Amministrativa hanno riscontrato la gravità dell’episodio che ha determinato una grave turbativa all’ordine e alla sicurezza pubblica e, pertanto, l’autorizzazione amministrativa della pizzeria è stata sospesa, ai sensi dell’art. 100 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, per un periodo di sette giorni.