Crotone,
Tempo di lettura: 1m 23s

Il Catanzaro vince il derby contro un Crotone da rivedere

Il Crotone finisce il derby con un ammonito, più Mogos per la maglia ma è come se non contasse. Un dato che, per un derby, conta molto. Il gol annullato nell’economia totale della gara può anche essere marginale, anche se avrebbe cambiato la partita. Che il Crotone ha interpretato male in diverse cose, soprattutto la fase difensiva, con le maglie troppo larghe fin dai primi minuti e la squadra bassissima nella nostra area di rigore. Inferiorità in mezzo al campo e poca lucidità sotto porta. Ha vinto quella che, ad oggi, è la squadra più organizzata e più dentro la realtà della Serie C. Il Crotone, invece, deve lavorare molto, soprattutto nelle alternative e nell’oraganizzazione di gioco, che nel derby si è vista poco.

CATANZARO: Fulignati; Martinelli, Brighenti, Scognamillo; Vandeputte, Sounas (38’st Bombagi), Ghion (38’st Cinelli), Verna, Tentardini (28’st Situm); Iemmello (38’st Cianci), Biasci (18’st Curcio). A disp.: Sala, Rizzuto, Fazio, Gatti, Mulè, Welbeck, Pontisso, Katseris. All. Vivarini
CROTONE: Branduani; Calapai, Golemic, Bove, Mogos; Awua (28’st Giannotti), Petriccione, Tribuzzi (28’st Rojas, 37’st Bernardotto); Chiricò, Gomez, Kargbo (10’st Vitale). A disp.: Dini, Gattuso, Giron, Cantisani, Papini, Pannitteri, Panico, Giannotti, Crialese, Tumminello. All. Lerda
ARBITRO: Monaldi di Macerata
MARCATORI: 45’pt Iemmello (Ca), 23’st Curcio (Ca)
AMMONITI: Brighenti (Ca), Tribuzzi (Cr), Sounas (Ca), Iemmello (Ca), Biasci (Ca), Mogos (Cr), Ghion (Ca), Vandeputte (Ca)
NOTE: Espulso al 44’st l’allenatore del Crotone Lerda