Crotone,

Crotone, “opere d’arte” scambiate per rifiuti

foto: CrotoneNews

Non c’è niente da fare, i crotonesi sono autentici artisti. Facciamocene una ragione. In via Meucci, per esempio, nel quartiere Gabelluccia, diversi artisti hanno deciso tutti in un colpo solo di cambiare il frigorifero. Strana coincidenza direte voi, ma si sa, gli artisti sono fatti così. Solo che per completare l’opera d’arte in fieri, altri artisti hanno deciso contemporaneamente di cambiare le gomme delle proprie automobili. E, infine, un materasso ci sta sempre bene, perché no! Così è venuta fuori l’ennesima opera d’arte made in Crotone che chiameremo “Frigoriferi di gomma a riposo”. Certo il sospetto che invece di artisti possa trattarsi di una vera e propria “banda” dedita alla “semina” di rifiuti speciali in zone della città è molto forte.

A noi, però, piace pensare ancora ad artisti incompresi. E dopo il “Lavandino scivoloso” davanti alla casa della cultura in Corso Vittorio Emanuele, e il “Frigoriferi di gomma a riposo” di via Meucci, la palma della più bella opera d’arte crotonese, per il momento, va ad un artista che si ispira a Maurizio Cattelan, il creatore del “America”, il gabinetto d’oro esposto al Guggenheim di New York.

L’opera d’arte migliore mai esposta nel museo a cielo aperto di Crotone è… (rulli di tamburo) “Stimolato dalla storia”, un vero e proprio capolavoro. Un gabinetto di ceramica bianca lasciato di fronte alla Torre comandante che impone stimoli e non solo cul..turali. L’unico rammarico è non conoscere il nome del genio che ha creato un’opera d’arte che potrebbe essere esposta in tutti i musei del mondo, ma per ora ce lo teniamo a Crotone, culla della civiltà: “Salutate la Magna Grecia”… imbichì.

Tag:,

Profumeria Carolei