Crotone,

CiclofficinaTr22o: “A pesca di immondizia, i luoghi abitati da gente inadatta alla bellezza”

Una pesca diversa, contro l’ignoranza e contro la cattiveria di gente inappropriata che popola questo mondo. Questo è il succo di quanto scritto dagli splendidi volontari della CiclofficinaTr22o di Crotone a proposito della manifestazione “A pesca di immondizia” che questa mattina ha interessato le spiagge e la passerella di Crotone. Passerella trasformata in una vera e propria discarica, un luogo tanto bello quanto ricco di ricordi per tutti i crotonesi. Ecco cosa con sarcasmo e un pizzico di giusta polemica scrive la CiclofficinaTr22o sul profilo Facebook.

“Con chirurgica puntualità, quando si tratta di sporcarsi le mani, ci si ritrova sempre in quattro o cinque. Con più chirurgica puntualità, ancora una volta si è dimostrato che l’unico vero delitto di questo mondo è aver donato questa meravigliosa terra a gente come noi, assolutamente inappropriata e inadatta alla bellezza e alla civiltà. Un applauso ai “cattivi” di questa città, che hanno il compito di sporcare, di devastare, di rovinare, di distruggere, e lo fanno con straordinaria dedizione e professionalità. Un applauso anche alla parte “sana”, o almeno a quella che si auto reputa tale, quella che, ancora una volta, ha dimostrato la propria assenza, ha dimostrato di non esserci mai, ha dimostrato che al di là delle parole e di un paio di condivisioni su Facebook, non riesce ad andare. Noi siamo orgogliosi di quello che facciamo e siamo fieri delle persone che sono al nostro fianco. Ora metteremo like a questo post, commenteremo con un discutibile “complimenti”, condivideremo scrivendo “bravi, bellissima iniziativa”…tutto molto bello. Ma domani è un altro giorno, noi torneremo a sporcare le nostre spiagge e tutto sarà passato. Buon pranzo e buona domenica a tutti.

PS: non è polemica, è constatazione dei fatti”.

Tag:

Aurum