Crotone,
Tempo di lettura: 1m 30s

Anche il Comune di Crotone aderisce all’avviso pubblico per “Neet Link”

Il Comune di Crotone, con provvedimento di Giunta, ha aderito all’avviso pubblico per la presentazione di proposte progettuali di emersione e riattivazione dei giovani “Neet Link” della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Lo comunica l’assessore alle Politiche Sociali e Giovanili Filly Pollinzi.

Il programma “Neet Link”, previsto da un accordo tra Presidenza del Consiglio dei Ministri e Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI) si propone di sperimentale modelli di intervento atti ad affrontare la problematica dei giovani cosiddetti Neet, cioè coloro che non studiano e non lavorano.

Un fenomeno molto diffuso al quale si chiede di fare argine attraverso proposte progettuali promosse dai singoli comuni.

Il Comune di Crotone ha ritenuto opportuno aderire al programma e si propone di presentare, ai termini dell’avviso, un progetto finalizzato alla emersione e riattivazione dei giovani Neet.

A tale riguardo si procederà, attraverso procedura pubblica, all’individuazione di un Ente del Terzo Settore, con il quale co progettare l’intervento nell’ottica del principio di sussidiarietà e nella piena promozione del rapporto tra pubblica amministrazione e le risorse del terzo settore territorialmente impegnate sul tema della politiche sociali.

“Crediamo molto nell’importanza delle politiche giovanili e vogliamo mettere in campo ogni utile strumento in questa direzione. Intercettare, ingaggiare e riattivare i giovani Neet è fondamentale per una città che ha bisogno di investire e contare su energie sopite. Lo faremo costruendo esperienze educative diverse che siano loro utili a superare fragilità e ostacoli. I giovani Neet dovranno sentirsi soggetti attivi del territorio in cui vivono e avere l’opportunità di vedere valorizzate le proprie specifiche capacità e sensibilità” dichiara l’assessore Pollinzi