Crotone,
Tempo di lettura: 2m 10s

28 maggio 2017: la notte in cui tutto il mondo del calcio disse grazie al Crotone

Crotone-Lazio la festa a fine partita

Mentre il calcio deve decidere se ripartire o meno dopo l’emergenza Covid-19; mentre tutti si preoccupano di far riprendere la Serie A; mentre c’è chi in Serie B cerca di approfittare del peso politico per guadagnare posizioni in griglia, sventolando chissà quale titolo sportivo in più rispetto ad altri; beh, mentre accade tutto questo, viene spontaneo ricordare a tutti, anche a quelli che pensano di fare i furbi nel calcio, che la notte di tre anni fa l’intero mondo del calcio, dall’Euorpa all’Asia, all’Oceania, da Oriente ad Occidente, si commosse e disse grazie a quel Crotone che restituì dignità e credibilità al calcio.

Dalla notte del 28 maggio 2017, il nome Crotone viene associato in tutto il mondo a “impresa possibile“, “niente è impossibile se lavori e ci credi“, oppure aggiungete quello che volete.

La piccola Crotone che giocava “il calcio dei grandi” (menzione di una celeberrima telecronaca di Francesco Repice) bistratta, inadeguata, povera. “Ma che ci fa questo Crotone in Serie A“, avevano tuonato da più parti. Beh, la sera del 28 maggio 2017 quel Crotone dimostrò a tutto il mondo che i sogni si avverano se ci credi e se li cerchi, lavorando duramente. E aveva ragione Luca Pellegrini, talent di Sky Sport che commentò la partita Crotone-Lazio con Riccardo Gentile: “Complimenti a tutte le squadre che hanno onorato il campionato”, come il Palermo già retrocesso che non regalò niente all’Empoli.

La storia di quel Crotone dovrebbe essere raccontata e fatta vedere in tutte le scuole calcio d’Italia, per far capire ai ragazzi che non arrendersi mai è un pregio e un privilegio riservato solo ai vincitori che, come diceva Nelson Mandela, sono sognatori che non si sono mai arresi.

Ecco, voi che vi riempite la bocca con titoli sportivi e che muovete le pedine delle vostre conoscenze politiche per ricevere benefici di cui non avete meriti, inchinatevi alla storia di questo Crotone, mentre tutto il mondo del calcio si asciuga ancora gli occhi per le lacrime e la commozione che la storia di quel Crotone provoca.

Quel Crotone ha dato una lezione a tutti, ha insegnato che finché si può combattere si può vincere e che a nessuno deve essere preclusa la strada del sogno, a patto che questa sia costellata di impegno, sudore e fatica.

Per il video grazie al canale youtube di Francesco Farioli.