Crotone,
Tempo di lettura: 3m 18s

Voce: “Il 2022 è stato l’anno delle riaperture, il 2023 sarà quello dei cantieri”

Se il 2022 è stato l’anno delle “riaperture”, il 2023 sarà l’anno dei “cantieri”.

Lo ha evidenziato il sindaco Voce nella tradizionale conferenza stampa di fine anno che si è tenuta, questa mattina, nella Sala “Falcone e Borsellino” della Casa Comunale.

Con il primo cittadino il vice sindaco Cretella, gli assessori Bruni, Parise, Pollinzi, Bossi, Pitingolo e Scandale.

Riaperture: Il Castello Carlo V, la Torre Aiutante, laPiscina Olimpionica Comunale, decine di impianti sportivi, parchi e giardini sono stati restituiti alla fruibilità della comunità cittadina.

Cantieri: il sindaco ne ha annunciato alcuni di grande rilevanza come una nuova strada di collegamento per il quartiere Tufolo – Farina, il ripristino dei serbatoi di S. Giorgio per evitare disagi dal punto di vista idrico alla comunità, la nuova piscina sul lungomare che riprenderà i fasti dell’ex piscina Coni, lavori di riqualificazione e valorizzazione del centro città e delle periferie.

Ma il 2022 è stato anche l’anno della “semina” con un raccolto dal punto di vista dei finanziamenti ottenuti di assoluto rilievo ma anche di risultati ottenuti.

Come, ad esempio, gli oltre 30 milioni di euro già ottenuti ottenuti per i progetti presentati per il PNRR che hanno fatto evidenziare Crotone e l’amministrazione, attraverso la trasmissione Presa Diretta, come buona prassi.

E gli oltre 16.700.000 euro relativi all’accordo con Eni destinati alla valorizzazione del patrimonio paesaggistico ed architettonico della città, altri destinati al settore della cultura, dell’istruzione, del turismo, del marketing e promozione territoriale, a sostegno della rigenerazione urbana e ambientale, ad incentivare lo sviluppo economico locale.

La macchina amministrativa rimessa in moto con decine di assunzioni e il varo di nuovi concorsi destinati a rinfoltire la pianta organica in tutti i settori dell’Ente.

Visit Crotone con un finanziamento di oltre 600.000 per realizzare percorsi turistici sui quali si innestano interventi di decoro urbano per rendere ancor più gradevole la visita sia ai turisti che ai cittadini.

Lo sblocco del finanziamento e l’affidamento per la realizzazione del terzo lotto del lungomare e l’affidamento dei lavori per oltre 9.000.000 di euro per rimuovere il CIC dall’area prospiciente la scuola di S. Francesco oggetto, quest’ultima, del primo cantiere avviato di Antica Kroton.

Per la stessa misura è stata completata la procedura di gara da Invitalia, suddivisa in lotti, per un importo complessivo di 29.636.820,48 euro.

Approvato un documento storico dal punto di vista delle politiche sociali: il primo piano di zona dell’Ambito Sociale di Crotone e centinaia di migliaia di euro sono state impiegati a sostegno delle fasce più deboli della città.

Decine di interventi di riqualificazione stradale in numerosi quartieri della città, una nuova veste per il mercato di via Giacomo Manna, stretta finale per la riqualificazione dell’ex Area Sensi. Sono stati appaltati lavori per oltre 15.000.000 di euro.

Ed altre esempi di attenzione per la vivibilità cittadina come le casette dell’acqua nei quartieri, le piste ciclabili, valorizzazione dei parchi cittadini come, ad esempio, il “Parco della cittadinanza” al quartiere Gesù.

Il murale di Rino Gaetano realizzato da Jorit nel quartiere 300 alloggi che ha avuto un’eco nazionale ed internazionale.

Crotone è stata tappa del “Giro d’Italia a Vela”, meta di numerosi arrivi crocieristici, ha ospitato eventi di spettacolo e di cultura di grande rilievo, la biblioteca Comunale ha vinto il premio nazionale per il libro e la lettura.

Sono stati messi in campo una serie di interventi per riassestare i conti e procedendo all’armonizzazione dell’anagrafe tributaria