Crotone,

Rsu Akrea: “Nessuna colpa sugli aumenti. In periferia raccogliamo la spazzatura di chi viene dal circondario”

Spazzatura ai cassonetti

Riceviamo e pubblichiamo

“In qualità di rappresentanti dei lavoratori, ci teniamo a precisare e a far presente alla cittadinanza Crotonese, che non è imputabile in nessun modo ad Akrea l’aumento sulla bolletta dei rifiuti che in questi giorni sta pervenendo nelle nostre case, in quanto per il terzo anno consecutivo la nostra azienda ha concluso ancora una volta il bilancio in attivo,  senza dunque costare un euro aggiuntivo alle casse del comune di Crotone.

Le cause di questi rincari sono forse riconducibili ad una differenziata che ancora non riesce a spiccare il volo per mancanza di attrezzature e ad un parco macchine che non si rinnova ormai da venti anni, aggiungendo poi l’enorme quantità di rifiuti che  siamo costretti a raccoglie , soprattutto sulla ss106 e nelle periferie, con dei cassonetti che sono diventati  preda di diversi cittadini dei paesi della provincia, da quando hanno avuto l’avvio della raccolta differenziata.

Concludiamo sottolineando, la sollecitudine con cui Akrea è intervenuta per risolvere i problemi sulla sicurezza durante l’allestimento della fiera Mariana, nonché il lavoro svolto dagli operai durante la settimana di festa, che con spirito di abnegazione  hanno ovviato ai problemi dovuti ad una diminuzione delle tonnellate di scarico presso l’impianto di smaltimento Ekrò, da 80  previste a 50 concesse per quasi l’intera settimana”.

Rsu Akrea

Tag:,

Aurum