Crotone,

Crotone, politica: Scarriglia nello staff del sindaco, il M5S grida allo scandalo

Riceviamo e pubblichiamo

“La compravendita di poltrone e di pacchetti di voti, sdoganata dall’ex senatore Berlusconi, è una pratica tanto “normale” da avvenire alla luce del sole. La Giunta comunale inaugura il 2018 con l’assunzione, nello staff del sindaco, della dimissionaria Consigliera comunale Scarriglia, eletta nella coalizione di opposizione.

L’ennesima vergogna di questa Amministrazione era nell’aria. Appena consegnate le  dimissioni, in favore di Devona, ci si è subito chiesti quale sarebbe stata la moneta di scambio. Il giovane neoconsigliere Devona è, infatti, cugino del capostruttura del presidente della Regione, Oliverio. La Scarriglia, quindi, lascia il suo posto a Devona, primo dei non eletti, ma conquista uno stipendio “pagato” dal sindaco. Ma non dovevano essere su fronti opposti? Si sa, il PD è una grande famiglia, allargata alla famiglia Sculco. In vista del 4 marzo, meglio tutti sotto la stessa coperta che divisi a contendersi i consensi del  territorio. Questa operazione è la concretizzazione di una grande manovra per spostare, alle prossime politiche, i pacchetti di voti che dai quartieri di Fondo Gesù e Papanice sono destinati al candidato prescelto da Sculco. Questa politica dà un altro schiaffo in faccia a tutti i giovani crotonesi, anche quelli competenti e titolati, con un curriculum di tutto rispetto, che impegnano le proprie abilità a servizio di altri territori, dove vengono apprezzati per i loro meriti. È proprio vero, noi del M5S siamo degli “incompetenti politici”, manovre del genere non le avremmo mai neanche immaginate!”

Ilario Sorgiovanni e Andrea Correggia

portavoce del MoVimento 5 Stelle Crotone

Tag:,

Aurum