Crotone,
Tempo di lettura: 2m 31s

Crotone, le indicazioni del Forum del Terzo Settore per i candidati a sindaco

Riceviamo e Pubblichiamo:

“I cittadini crotonesi saranno presto chiamati a scegliere le donne e gli uomini che dovranno comporre il prossimo Consiglio Comunale ed il sindaco della città, in un momento storico particolarmente complesso che richiede il massimo impegno ed una grande capacità politica.

Considerate

  • le molteplici difficoltà connesse all’esplosione della pandemia da Covid 19 che ha profondamente segnato le nostre vite e che rischia di compromettere definitivamente il presente ed il futuro della nostra città;
  • le precarie condizioni economiche in cui versa il nostro territorio ben prima dell’avvento del Coronavirus, con tutti i principali indicatori di sviluppo che fotografano una situazione molto difficile;
  • le enormi criticità di carattere sociale, culturale, ambientale, sanitario, infrastrutturale che caratterizzano il nostro contesto cittadino e che necessitano al più presto di risposte concrete e di obiettivi chiari da raggiungere;
  • le critiche condizione economiche in cui versa il Comune di Crotone;

il Forum Terzo Settore della provincia di Crotone ha individuato alcuni temi che ritiene prioritari e sui quali chiama tutti i candidati a sindaco, gli aspiranti consiglieri comunali presenti nelle liste espresse da partiti, movimenti, coalizioni e formazioni politiche, ad indicare se siano condivisi e con quali modalità e tempi si intendano affrontare:

  1. Vecchie e nuove povertà con particolare riferimento alla povertà educativa che priva i cittadini, soprattutto i più giovani, di ogni utile opportunità di sviluppo e di crescita sociale, economica, culturale;
  2. Politiche e servizi sanitari e socio-sanitari (medicina del territorio, assistenza domiciliare integrata, servizi alla persona);
  3. Politiche abitative pubbliche, housing sociale e sviluppo urbanistico per ridisegnare interi quartieri cittadini e ricucire il centro e le periferie;
  4. Politiche di crescita e potenziamento culturale valorizzando il patrimonio storico, artistico, archeologico di cui la città dispone;
  5. Ambiente (bonifica, ciclo dei rifiuti, green economy, verde pubblico), turismo, mobilità sostenibile (trasporto elettrico, piste ciclabili, percorsi e “cammini” ecologici) e qualità della vita;
  6. Politiche attive del lavoro (lotta alla precarietà, innovazione digitale, rapporto giovani e territorio);
  7. Trasparenza dell’azione amministrativa, partecipazione democratica e lotta ad ogni forma di infiltrazione mafiosa e di clientela nell’economia e nel governo della città di Crotone.

Dal nostro punto di osservazione sulla comunità crotonese, chiediamo che nell’attuazione del programma amministrativo venga posta particolare attenzione ai segmenti più fragili della cittadinanza, ponendo specifici obiettivi di contrasto del disagio sociale vissuto da:

  • minori
  • disabili
  • famiglie in difficoltà
  • anziani
  • soggetti affetti da dipendenze patologiche
  • migranti

Auspichiamo che i temi e i destinatari sopra richiamati siano inclusi nei programmi di governo della città, affrontati e trattati con proposte risolutive concrete e con adeguata responsabilità ed impegno da parte delle formazioni politiche che si confronteranno nelle prossime competizioni elettorali affinché si possa realmente guardare con fiducia al futuro della nostra comunità”.

Il Portavoce

Pino De Lucia   

Tag: