Crotone,

Correggia (M5S): “Gaetani incapace, si dimetta da Akrea”

Riceviamo e pubblichiamo

“Che la raccolta differenziata a Crotone non sia iniziata è sotto gli occhi di tutti. Che il servizio venga pagato da quasi un anno lo sanno in pochi. Rocco Gaetani, presidente di Akrea, un anno fa ha firmato il contratto per aggiungere il servizio della raccolta differenziata a quello della indifferenziata, con un aumento di circa 1,4 milioni di euro ed un ammontare complessivo di 6 milioni di euro all’anno. Un buon manager è colui che riesce a fare di più rispetto agli obiettivi aziendali, un discreto manager è colui che rispetta gli impegni presi dall’azienda, quello pessimo invece è colui che non riesce a rispettare gli impegni presi nei contratti firmati.

Rocco Gaetani, ri-confermato da Pugliese, ha dimostrato di non essere capace di adempiere al contratto e di non essere stato in grado di avviare la raccolta differenziata. Tutto questo, nonostante il servizio sia regolarmente pagato, difatti, la raccolta differenziata dovrebbe essere un servizio “ordinario” e pagato con i tributi locali. Un’amministrazione che aspetta il contributo “straordinario” della regione Calabria per avere risultati soddisfacenti è un’amministrazione che si autodichiara incapace di gestire un servizio scontato come appunto, quello della raccolta differenziata.

Per quanto descritto sopra, chiedo le dimissioni di  Rocco Gaetani dalla presidenza di Akrea, che il sindaco ne prenda atto e lo sostituisca con chi ha volontà di ottemperare al proprio dovere per il quale viene pagato. Akrea pecca anche di carenza di trasparenza e più che una società in house, sembra una società privata nelle mani del suo presidente. Ai consiglieri comunali di maggioranza chiedo di battere i pugni e lavorare per il bene della città, pretendendo che un servizio pagato da noi cittadini venga effettuato. A tal proposito ricordo a tutti che in consiglio comunale hanno votato il Bilancio di previsione del 2017 dove è prevista la quota nel canone in Akrea sulla differenziata, quindi chi ha votato quel bilancio è responsabile dei soldi che vengono dati per un servizio che non viene erogato”.

Andrea Correggia

portavoce del MoVimento 5 Stelle Crotone

 

 

Tag:,

Istituto S.Anna