Crotone,

Neima, al cimitero di Papanice arrivano i famgliari della 18enne somala

Sono arrivati da lontano per salutare la piccola Neima, i parenti della 18enne somala morta il 19 luglio scorso dopo aver dato alla luce una bambina. Una storia trenenda quella di Neima che prima di spirare aveva avuto il tempo di far capire ai suoi soccorritori che aveva subito violenze e torture in Libia. La sua è una di quelle storie che ha commosso l’Italia intera, i cori gospel dei ragazzi crotonesi, il funerale con rito cattolico ed islamico, la folla, le lacrime. Ieri al cimitero di Papanice sono arrivati i parenti di Neima, accompagnati dai volontari della Croce Rossa e dal Consigliere comunale Enrico Pedace. Un incontro commovente che Pedace descrive così sul suo profilo Facebook: “Ho esitato un po’ prima di scrivere, ma non potevo non condividere, con chi ha seguito questa vicenda, l’emozione che ho provato nell’accompagnare ieri mattina, insieme ai volontari responsabili della Croce Rossa di Crotone, i familiari di Neima, la ragazza somala deceduta a Crotone dopo aver dato alla luce la sua bimba.
Non vi nascondo che per quanto breve per la sua intensità e unicità è stata una delle esperienze più preziose della mia vita”.

Tag:,