Tempo di lettura: 3m 4s

Via del Corso Music Festival, Roma diventa metropoli della musica

(Adnkronos) – A Roma la musica vive per strada grazie a 'Via del Corso Music Festival', uno degli appuntamenti centrali dell'estate musicale italiana, in programma domani tra Largo dei lombardi e via Antonio Canova dalle 16 alle 21 che quest'anno sarà dedicato ad Ernesto Assante, che l'anno scorso ne aveva curato la direzione artistica. Un'occasione per proporre artisti nuovi ed emergenti e per portare nel cuore di Roma anche personaggi importanti della musica italiana, ad un passo dal pubblico nel giorno della festa della musica. "L'idea è di far vivere la musica nella strada, come succede a Londra e a Rio, facendo diventare Roma come le grandi Metropoli della musica. L'intento è scendere dal palco ed avvicinarsi al pubblico", racconta all'Adnkronos Claudio Donato, produttore e gestore dello storico negozio 'Goody Music' di Roma che, insieme ad Antonello Aprea (Associazione Culturale Onde Road), ha prodotto il festival. 
Tre spazi delimitati lungo la strada, tra Largo dei Lombardi e Via Antonio Canova, privi di palcoscenico, dotati di un’amplificazione minima, di dimensioni contenute con lo spirito volutamente ‘lo-fi’ che caratterizza le esibizioni dei musicisti di strada. I tre spazi avranno ognuno una tematica. Uno spazio dedicato al Jazz, in tutte le sue forme, dai classici alla canzone, fino alle forme più moderne e trendy, con la direzione artistica di Stefano Di Battista e la collaborazione della Fondazione Musica per Roma, dell’iMusic School Rome e della Fabbrica delle Arti.  Dalle 16 alle 21 si alterneranno sul palco giovani emergenti e promettenti come Ava Alami, Vittorio Esposito, Federico Bosio, nuovi talenti ormai affermati come i Gemelli Cutello, ma anche pilastri della musica jazz italiana ed internazionale come Stefano Di Battista, Nicky Nicolai, Gegè Munari, Maria Pia De Vito.  Uno spazio 'Indie' dove cantautori, artisti pop e rock delle giovani generazioni si daranno il cambio per raccontare il meglio della scena romana di oggi. Grazie alla collaborazione con l’etichetta WFK Empire molti artisti hanno voluto aderire all’evento tra cui Cyrus Yung, artista romano del 1997, Lil Zeff classe 2000 anche lui romano, Morenike, Deshedus band project che ha aperto il concerto di Vasco Rossi a San siro questo 12 giugno, Mary Di Tommaso, Lost Kidz, Charlie Bronson, Micol Criss, Juli, Giulia D’alessandro, Miti, Martina Maroni, Lorenzo Maggi, Leone Romani, Giorgio Moretti, Cil, Warex, Lala, Laso e le Pucchiacche. Uno spazio dedicato al dj set e all’elettronica con una postazione radio live dove si esibiranno i migliori DJ che hanno animato e animano la cultura musicale romana come Andrea Prezioso, Les Inferno, Dj Lewis & Larsen, Dj Aime, Flavio Paolo, Dj Azure & Dj Baze, V-Trouble, Inherent. Questo spazio ospiterà inoltre,la postazione di radio Kaos con i ragazzi di Iperuranio, format radiofonico che nasce nel 2018 con Tancredi Rinaldi, Stefano Augeri e Roberto Pinna,che trasmetteranno in diretta l’evento su Radio Kaos FM 107.3 intervistando gli artisti partecipanti e i passanti di Via del Corso.  Via Del Corso music festival è quindi, una vera e propria maratona musicale ricchissima e colorata.Cinque ore ininterrotte di musica in strada, Via del Corso, che, soprattutto sull'onda del successo planetario dei Maneskin, sta diventando un 'brand' musicale come lo è stato Carnaby Street a Londra o la 56esima strada a NewYork, dove moda, stile, musica e cultura si incontrano e si fondono animicamente. —spettacoliwebinfo@adnkronos.com (Web Info)