Tempo di lettura: 3m 39s

Successo dal sapore dolce per l’Italia all’International Wine Challenge 2024

(Adnkronos) – LONDRA, 10 luglio 2024 /PRNewswire/ — L'International Wine Challenge, il concorso enologico internazionale più influente, imparziale e rigoroso del mondo, ha annunciato i sei vini italiani con il punteggio più alto per l'edizione del 2024, tra cui vini provenienti da Toscana, Sardegna, Veneto e Trentino-Alto Adige. 

 

  Nell'ambito della 40a edizione, l'International Wine Challenge (IWC) ha assegnato medaglie a 38 paesi a seguito di un'intensa degustazione alla cieca da parte di un gruppo internazionale di esperti. L'Italia è arrivata quinta nella classifica generale per medaglie, con sei vini italiani premiati con ambiti trofei. Il paese ha inoltre vinto uno dei cinque trofei "Champion" grazie a un Vinsanto toscano riconosciuto come il miglior vino dolce del mondo. Vini italiani giudicati migliori in assoluto all'International Wine Challenge 2024:   La stella del concorso di quest'anno è stata il Vinsanto di Carmignano Capezzana Riserva 2016 della Tenuta Di Capezzana, che ha ricevuto nuovamente il prestigioso titolo di "Champion" per la categoria "Sweet Wine" all'IWC succedendo a un vino tedesco. Questo Vinsanto aveva vinto il trofeo altre tre volte in precedenza, nel 2022, 2021 e 2019. Oltre 160 vini bianchi italiani hanno ricevuto medaglie nell'ambito del concorso di quest'anno, ma è stato l'Aransat 2022, un vino arancione del Borgo Savaian di Stefano Bastiani, a portare a casa il Trofeo "Italian White". Questa è la prima volta nella storia dell'IWC che un vino arancione vince questo trofeo. I giudici hanno descritto l'Aransat come vino "di gran classe", elogiando i suoi "seducenti sapori di mandarino, mela cotogna e mela gialla". L'introduzione del Trofeo "Italian Fortified" nel 2024 è la prova che il vino fortificato italiano è in grado di competere sulla scena internazionale. Questo trofeo è andato al produttore sardo Silvio Carta per la sua Vernaccia di Oristano Riserva 2006 "impegnativa, complessa e insolita", che i giudici hanno descritto come "una vera delizia". Soave è stata l'unica sottoregione italiana a conquistare il "proprio trofeo": il Trofeo "Soave" è andato infatti a Inama Azienda Agricola per il suo Foscarino 2021. I giudici hanno apprezzato gli "aromi raffinati di zafferano ed erbe selvatiche" e il "finale gustoso". Dei 142 rossi italiani premiati con medaglie nell'ambito del concorso di quest'anno, il primo posto è andato a un vino ottenuto dal vitigno Lagrein autoctono dell'Alto Adige. CAVIT ha vinto il Trofeo "Italian Red" per il suo Bottega Vinai Lagrein Trentino 2021 "terroso e saporito". Questa cooperativa ha portato a casa altre 10 medaglie per i suoi vini rossi, bianchi e spumanti. Il produttore veneto Bisol1542 ha vinto il Trofeo "Italian Sparkling" per il suo Valdobbiadene Superiore di Cartizze 2023, che i giudici hanno descritto come "fresco, spumeggiante e floreale con i deliziosi sentori di drupacee e agrumi della Glera di qualità". L'elenco completo dei vincitori dei trofei e dei campioni dell'International Wine Challenge 2024, pubblicato il 9 luglio, può essere visualizzato qui. NOTE PER I REDATTORI:  Giunto alla sua 40a edizione, l'International Wine Challenge è ampiamente riconosciuto come il concorso enologico più rigoroso, imparziale, influente e globale del mondo. L'IWC valuta ogni vino "alla cieca" e lo giudica per la sua fedeltà allo stile, alla regione e all'annata. I premi includono medaglie (oro, argento, bronzo) e premi Commended. I trofei vengono assegnati ai migliori vini di ciascuna categoria. L'International Wine Challenge è impegnato ad aiutare i consumatori a scoprire ottimi vini e le medaglie esposte sulle bottiglie vincenti offrono una garanzia affidabile di qualità. Foto: https://mma.prnewswire.com/media/2454528/IWC_2024_Tenuta_Di_Capezzana.jpg
 Per ulteriori informazioni, contattare il team IWC di Phipps: iwc@thisisphipps.com+44(0)2080506073    

  

 —immediapresswebinfo@adnkronos.com (Web Info)