Crotone,

Inchiesta Aemilia, oltre 140 rinviati a giudizio dal gup. Il processo inizierà il 23 marzo

Il Gup Francesca Zavaglia ha disposto il rinvio a giudizio per oltre 140 imputati nel processo di ‘ndrangheta Aemilia. Il dispositivo è stato letto nell’aula speciale, allestita in Fiera a Bologna. La prima udienza è fissata per il 23 marzo 2016 a Reggio Emilia. Anche l’ex calciatore della Nazionale campione del mondo nel 2006 Vincenzo Iaquinta è tra i rinviati a giudizio dal giudice dell’udienza preliminare di Aemilia, il processo di ‘ndrangheta in corso a Bologna. L’ex attaccante della Juventus risponde della violazione di reati di armi, con l’aggravante di aver agito al fine di agevolare l’associazione di tipo mafioso. Al padre Giuseppe, imprenditore, è contestata la partecipazione nell’associazione.

Poche eccezioni a parte il gup ha praticamente accolto l’impianto accusatorio della Direzione distrettuale antimafia di Bologna. Il processo scaturisce dalla maxi inchiesta contro la ‘ndrangheta cutrese in Emilia Romagna che a gennaio aveva portato a 117 misure di custodia cautelare. Secondo gli inquirenti l’associazione a delinquere farebbe capo, oltre che a Nicolino Grande Aracri, anche a Nicolino Sarcone, Michele Bolognino, Alfonso Diletto, Francesco Lamanna,Antonio Gualtieri e Romolo Villirillo e avrebbe commesso estorsioni, usure, oltre che mirava ad “acquisire la gestione e il controllo di attività economiche”. Tra queste finirono anche i lavori per il sisma del 2012.

Tag:, , , ,