Crotone,

Il Crotone batte il Pescara e lo Scida esplode

CROTONE-PESCARA 2-1

MARCATORI: pt 24′ Palladino rig.; st 37′ Campagnaro, 38′ Ferrari

CROTONE (4-4-2): Cordaz 7; Sampirisi 6.5, Ceccherini 6.5, Ferrari 7, Martella 6.5; Rohden 6.5, Barberis 6.5, Capezzi 6.5, Palladino 7 (41′ st Salzano ng); Trotta 6 (16′ st Stoian 6), Falcinelli 6.5 (42′ st Kwankwo ng). A disp. Cojocaru, Festa, Nalini, Ghaorè, Dussenne, Suljic, Fazzi, Nicoletti. All. Nicola 6.5

PESCARA (4-3-2-1): Bizzarri 5.5; Zampano 5, Campagnaro 6, Gyomber 5.5, Crescenzi 5.5; Verre 5 (8′ st Manaj 5), Brugman 5.5, Memushaj 5 (20′ st Pettinari 6); Pepe ng (16′ pt Aquilani 5), Benali 5; Caprari 5.5. A disp. Fiorillo, Biraghi, Bruno, Cristante, Zuparic, Vitturini, Muric, Fornasier. All. Oddo.

ARBITRO: D’Amato di Barletta 6.5

NOTE: 7.437 spettatori per un incasso di € 140.334. Espulsi Aquilani (28′ st) e Capezzi (36′ st) per doppia ammonizione. Ammoniti: Gyomber, Memushaj, Aquilani, Manaj, Capezzi, Falcinelli, Zampano per comportamento non regolamentare. Angoli 3-1 per il Pescara. Recupero tempo: pt 1′; st 3′. Al 44′ pt Cordaz para un rigore a Memushaj.

È stata la partita dura che ci si aspettava, non spettacolare ma molto tesa. Una partita in cui è successo davvero di tutto: due calci di rigore, due espulsioni e due gol negli ultimi minuti. Un turbine di emozioni che ha messo a dura prova le coronarie di molti tifosi, sia calabresi che abruzzesi. Il Crotone contava molto sul fattore campo e alla fine così è stato. Il Pescara di Oddo ha decisamente gestito di più il pallone, ma gli attacchi alla porta di Cordaz sono stati davvero poca roba per impensierire il portiere rossoblu. Gioca Palladino e non Stoian; gioca Crescenzi e non Biraghi. Dopo un quarto d’ora Oddo deve rinunciare anche a Pepe per il solito problema muscolare al polpaccio. Recupera Campagnaro, mentre nel Crotone mancano gli squalificati Rosi e Crisetig. Il Pescara tiene palla, ma il Crotone crea pericoli anche se la prima conclusione verso la porta è di Pepe. Poco dopo la punizione di Capezzi è parata da Bizzarri. Al 22′ tiro di Palladino, Bizzarri respinge e Barberis dalla distanza non trova la porta. La partita cambia poco dopo quando Campagnaro salta scoordinato e colpisce il pallone con un braccio: rigore che Palladino trasforma. Al 44′ la grande occasione per la squadra di Oddo: fallo di Barberis su Memushaj: rigore che calcia (malissimo) lo stesso pescarese e Cordaz si ripete dopo averne parato uno a Niang sette giorni fa. Pescara in 10 al 28′ per il secondo giallo ad Aquilani. Stessa sorte tocca a Capezzi al 36′ e un minuto dopo Campagnaro infila la porta di Cordaz di testa. Sembra il solito refrain per il Crotone, ma questa volta passa solo un minuto e Ferrari tocca il cielo con un dito quando di testa segna la sua prima rete in Serie A e regala tre punti al Crotone.

Tag:,