Crotone,

Giallo al Comune di Crotone: responsabile di due Determine, ma non le ha mai nemmeno lette

C’è un piccolo giallo al Comune di Crotone che riguarda due determine per le quali il responsabile del procedimento disconosce la paternità degli atti. Si tratta delle determine dirigenziali numero 2469 e 2472 che riguardano la campagna di comunicazione sugli eventi natalizi e la 2472 per l’organizzazione dell’evento “Rapporto alla città…” per un totale di 7.320,00 euro.

Qualcuno ricorderà la famosa casa di Scajola a Roma comprata per lui “a sua a insaputa”. In questo caso si dovrebbe parlare di due determine dirigenziali proposte dal proponente “a sua insaputa”. Il protagonista suo malgrado è il Portavoce del sindaco, Francesco Vignis, che per quanto appurato sulle suddette determine risulta essere “Responsabile del procedimento”. Ma è lo stesso Vignis a disconoscere questa sua paternità con una lettera inviata al Responsabile del Settore 5 del Comune di Crotone, al capo di Gabinetto e al sindaco Ugo Pugliese. Nella lettera protocollata nei giorni scorsi Vignis scrive: “Rilevo dalla pubblicazione sull’Albo Pretorio on line del Comune di Crotone dei provvedimenti amministrativi in oggetto evidenziati aventi ad oggetto “Campagna di comunicazione su eventi istituzionali e natalizi nel mese di dicembre 2017. Affidamento servizio di comunicazione all’Agenzia “Kromix Tecnologie Informatiche” (determina n. 2409 del 6 dicembre 2017) e “Organizzazione evento “Rapporto alla Città -le cose fatte – le cose da fare – per Crotone” (determina n. 2472 del 6 dicembre 2017) e dalla lettura degli stessi il sottoscritto sarebbe individuato come responsabile del procedimento amministrativo. Preciso che lo scrivente non solo non ha mai sottoscritto gli atti in oggetto ma, naturalmente, non ha istruito le relative due pratiche non essendo, tra l’altro, inserito funzionalmente nel settore da Ella diretto. Nel disconoscere quindi la relativa paternità dell’istruttoria relativa ai provvedimenti de quo le chiedo di voler fare le opportune verifiche ili riguardo e fornire eventuali chiarimenti rispetto a quanto pubblicato”

In particolare la determina numero 2469 è l’affidamento alla Società Cooperativa “Kromix Tecnologie Informatiche” di Crotone, per l’importo di € 33.000,00 oltre IVA, importo complessivo € 40.260,00 IVA compresa, mentre la numero 2472è l’affidamento all’Agenzia Contatto Comunicazione Srl di Crotone:

Allestimento Sala e Location € 1.000,00 + 220,00 (IVA 22%) = Tot. € 1.220,00;

Progettazione e produzione grafica € 2.000,00 + 440,00 (IVA 22%) = Tot. € 2.440,00; Realizzazione Video € 1.000,00 + 220,00 (IVA 22%) = Tot. € 1.220,00;

Service e regia audio/luci/video € 2.000,00 + 440,00 (IVA 22%) = Tot. € 2.440,00; per un totale di 7.320,00 euro.

Una vicenda assai contorta e che sembra davvero un piccolo giallo. Uno di quei gialli, però, che se non dovesse trovare una spiegazione logica potrebbe configurare diversi profili penali sui quali un’attenta Magistratura sicuramente indagherebbe.

Tag:,