Tempo di lettura: 1m 37s

Milano, Gibelli (Fnm): “Trasporto e radio accomunati da esigenza di sincronizzazione”

(Adnkronos) – “Abbiamo voluto fortemente questa mostra, realizzata in collaborazione con il Mils di Saronno, perché la convivenza tra il trasporto e i mezzi di comunicazione può essere sintetizzata in poche parole: la capacità di sincronizzare i tempi è stata una delle necessità, se non la prima, per la ferrovia”. Lo ha detto Andrea Gibelli, presidente di Fnm, a margine dell’inaugurazione della mostra “Scrivere nel vento. Cento anni di radio tra società, industria, tecnologia. Che storie!”, promossa da Fnm, FerrovieNord e Museo delle Industrie e del Lavoro del Saronnese (Mils) – in collaborazione con l’università degli studi di Milano-Bicocca – e organizzata in occasione del Bicocca Music Festival 2024. Aperta al pubblico dal 27 maggio al 28 giugno e ospitata nello Spazio Agorà dell’ateneo milanese, l’esposizione gode del patrocinio del Senato della Repubblica e del patronato di Regione Lombardia.  “Nell’ottocento prima della nascita della radio – spiega il presidente Gibelli – le ferrovie avevano la necessità di sincronizzare lo stesso orario delle città”.  Il percorso espositivo allestito nei corridoi dell’Ateneo milanese illustra la storia della radio, tra complementi d’arredo ed elettrodomestici, e racconta la grande evoluzione tecnologica e sociologica del primo medium di massa personale: “In questo 2024, si celebra infatti un traguardo straordinario: il centenario della prima trasmissione radiofonica in Italia a diffusione nazionale – aggiunge Gibelli – Questo semplice ma rivoluzionario dispositivo continua a svolgere un ruolo cruciale in vari aspetti della nostra vita moderna e ha trasformato il modo in cui comunichiamo, intratteniamo e ci informiamo” “Chissà se la radio sarà lo strumento che si userà per comunicare anche quando Elon Musk arriverà su Marte” conclude il presidente di Fnm. —economiawebinfo@adnkronos.com (Web Info)