Tempo di lettura: 4m 10s

Maltempo Nord Italia oggi, allerta rossa in Lombardia e Veneto: la situazione

(Adnkronos) – Il maltempo non molla la presa sul Nord Italia: oggi martedì 21 maggio è allerta rossa in Lombardia e Veneto con i fiumi osservati speciali. Previsti forti temporali e nubifragi. "Queste piogge previste avrebbero potuto non essere così problematiche, se nei giorni scorsi non avessimo avuto già così tanta acqua che ha intriso il territorio e che ancora si fatica a smaltire”, ha dichiarato il presidente della Regione Veneto Luca Zaia.  Dopo le piogge delle scorse ore, a Milano i livelli del Lambro e Seveso sono "alti ma non preoccupanti", rendono noto i vigili del fuoco, che mantengono attivo il dispositivo e in allerta. In attesa di aggiornamento sulle condizioni meteo da parte di Arpa, la situazione meteorologica, fanno sapere, è "comunque in miglioramento".  A livello operativo questa notte non vi sono stati interventi rilevanti legati al maltempo, principalmente danni d’acqua e rimozione di alberi che hanno invaso la carreggiata risolti in poco tempo. Alle 6.45 risultano 57 interventi totali e 15 interventi legati al maltempo. "Alle 6.30 non risultano particolari criticità", rende noto anche l'assessore all'Ambiente e alla Mobilità del Comune di Milano, Marco Granelli. "Nella notte costanti piogge in città e a Nord ma di bassa e media intensità – scrive su Facebook -. Seveso costante con livelli intorno al metro a Niguarda grazie al lavoro del canale scolmatore di Palazzolo costantemente attivo. Vasca per ora non utilizzata. Lambro costante a 2.15 circa a Milano via Feltre (Parco Lambro), quindi elevato ma non a livello esondazione". Al quartiere Pontelambro il monitoraggio è "costante" da parte della Protezione civile e per ora nessun allagamento si è registrato anche se restano "pronte per intervenire idrovore e motopompe". I sottopassi sono aperti mentre per quanto riguarda gli alberi "è in corso un intervento in corso in piazza Perucchetti per rami su rete Atm – spiega l'assessore – ma nessun altro problema per ora". Le scuole restano aperte. "Raccomandiamo la massima attenzione da parte di tutti" sottolinea Grandelli. In Veneto nella notte si sono verificate precipitazioni diffuse, più continue e consistenti sulla parte centro-occidentale della regione dove a tratti sono risultate moderate/forti con rovesci e un isolato temporale nel Rodigino, più discontinue e in genere scarse sulla parte orientale, fa sapere la Protezione civile regionale.  Precipitazioni sparse e intermittenti sulla pianura centro-meridionale, diffuse e ancora moderate/forti sulle zone Prealpine e pedemontane occidentali, altrove sparse o a tratti diffuse in genere deboli o localmente moderate. Non si osservano fenomeni temporaleschi. Le precipitazioni piovose cadute nelle ultime ore hanno portato per ora a un innalzamento contenuto dei livelli idrometrici nei bacini idrografici del Bacchiglione, sistema Agno-Guà e nei bacini del Chiampo ed Alpone.  In generale sono sotto osservazione i fiumi Brenta, Bacchiglione e Alpone i cui percorsi interessano tutte le province eccetto quella di Rovigo, dove però l’allerta è arancione per il basso corso dell’Adige e in parte il Po. Preallarme arancione anche per il basso corso del Piave, il Sile e i bacini che sfociano in laguna.  Riguardo al maltempo registrato nei giorni scorsi, ha affermato Zaia, "i danni sono ingenti, non abbiamo ancora un dato preciso, però sicuramente sono danni importanti sia ai privati per le abitazioni allagate sia quelli a infrastrutture e per le frane. Poteva andare peggio, considerato che abbiamo avuto un'ondata di maltempo paragonabile a quella del 2010. Ci siamo salvati solo grazie alle opere idrauliche che sono state fatte ma di danni ce ne sono ugualmente" ha concluso il governatore del Veneto". Allerta gialla in Piemonte per piogge intense. A emettere l'avviso sulle zone di pianura e collinari della regione è stata l'Arpa che segnala precipitazioni anche forti sul basso Piemonte e sul torinese accompagnate da raffiche di vento e grandinate. In particolare fenomeni temporaleschi più intensi saranno localizzati sul Piemonte nordorientale, su novarese e vercellese e i settori centro-occidentali della Regione. Scuole chiuse nel Comune di Vignola a seguito del nubifragio che si è abbattuto nel modenese. "Visto l’anomalo e inaspettato evento atmosferico che ha interessato nel pomeriggio e nella serata le nostre zone – si legge in una nota del Comune – l’Amministrazione di Vignola ha deciso, in via precauzionale, di chiudere le scuole del territorio (nidi, scuole materne, scuole elementari, scuole medie e istituti superiori) nella giornata di martedì 21 maggio".  —cronacawebinfo@adnkronos.com (Web Info)