Tempo di lettura: 1m 35s

Franco Di Mare: “Ho il mesotelioma, un tumore molto cattivo”

(Adnkronos) – "Mi sono preso il mesotelioma, un tumore molto cattivo". Franco Di Mare, giornalista della Rai, a 'Che tempo che fa' parla a Fabio Fazio della sua malattia. "Questo tubicino che mi corre sul viso è un legato a un respiratore automatico e mi permette di respirare in modo forzato, ma mi permette di essere qui a raccontare, a parlare con te. E' un cancro legato alla presenza di amianto nell'aria", dice. "Si prende tramite la respirazione di particelle di amianto, senza rendersene conto e senza saperlo. Una fibra di amianto è 6.000 volte più piccola e più leggera di un capello. Ha un tempo di conservazione lunghissima, può restare in attesa fino a 30 anni e quando si manifesta spesso è troppo tardi. Le speranze però non finiscono, la ricerca va avanti", aggiunge. "Non è vero che domani non ci saranno possibilità, ma al momento no. Io stasera sono qui a festeggiare l'idea che ci sia una soluzione che ancora non si è scoperta ma che probabilmente verrà scoperta. Non bisogna buttarsi giù e si può andare avanti con ragionevoli speranze che ci sia una soluzione e che non sia cosi lontana", aggiunge Di Mare. "Ho avuto una vita bellissima. Le memorie che ho sono piene di vita. Non voglio fossilizzarmi attorno all'idea di morte. Mi voglio legare all'idea che c'è la vita. Quello che mi dispiace tanto è scoprirlo solo adesso. Non è ancora tardi". "Non è ancora tardi perché -aggiunge -, come diceva Boškov la partita finisce quando arbitro fischia. Il mio arbitro non ha fischiato ancora".   —cronacawebinfo@adnkronos.com (Web Info)