Crotone,

Femminicidio Cirò Marina, Antonella si è difesa: possibili segni sul corpo dell’assassino

Indagini a tutto campo, ma nessuno parla. Domenica la città scende in piazza

Potrebbe avere le ore contate l’assassino di Antonella Lettieri, la giovane commessa di Cirò Marina trovata morta in una pozza di sangue ieri mattina nella sua abitazione. Questa mattina a Cirò Marina sono arrivati i Ris di Messina, i carabinieri del Reparto investigazione scientifico, che stanno effettuando i rilievi in tutta l’abitazione di Antonella, ma anche nella sua auto, alla ricerca di qualsiasi traccia possa consentire agli investigatori di risalire all’autore dell’efferato delitto.

Da quanto è stato possibile apprendere Antonella si sarebbe difesa contro il suo aggressore e molto probabilmente avrebbe potuto lasciare dei segni sul corpo dell’assassino, ma non si esclude, anzi sembra molto probabile, che sotto le unghie della ragazza possano essere tracce che portano dritto al dna dell’omicida.

Intanto i carabinieri della Compagnia di Cirò Marina, insieme a quelli del comando provinciale di Crotone, diretti in questa indagine in prima persona dal colonnello Salvatore Gagliano, stanno sentendo diverse persone ed eseguendo numerose perquisizioni. Ma le indagini si stanno scontrando contro un muro di omertà non indifferente. Secondo gli investigatori, infatti, sembra impossibile che nessuno abbia sentito niente, soprattutto tra chi abita in quella zona. Sembra, infatti, che l’aggressione sia stata violentissima e che si sia protratta nel tempo. Impossibile, dunque, secondo gli investigatori, che nessuno abbia sentito niente. E domenica mattina la cittadinanza di Cirò Marina sfilerà per le vie della città come scritto in un comunicato a firma del sindaco Nicodemo Parrilla: “L’Amministrazione comunale­, in collaborazione con le associazioni tutte, sindacati ed istituzioni, sta organizzando una manifestazione per esprimere vicinanza alla famiglia della cara Antonella ed affermare una piena e totale condanna per qualunque forma di violenza sulle donne, sia essa fisica, sessuale, psicologica o economica, nonché solidarietà e sostegno a tutte le donne vittime di violenza con un pensiero particolare alla nostra Antonella. Si fa un accorato appello a chiunque voglia organizzare qualsiasi tipo di iniziativa di rivolgersi alla segreteria comunale per predisprre quanto necessario per realizzare assieme ed unitariamente un’unica manifestazione che rappresenti la città di Cirò Marina”.

Ecco una manifestazione per ribadire il forte sdegno che provoca la violenza di qualsiasi natura sulle donne. Ma l’omertà è una forma di violenza che non aiuta a trovare chi compie questi atti ignobili? Certo. Allora si spera che anche questo tipo di manifestazioni possano contribuire, magari, a smuovere la coscienza di qualcuno che ha sentito o visto qualcosa, ma non ha ancora trovato il coraggio di raccontarlo ai carabinieri.

Antonella Lettieri aveva festeggiato i suoi 42 anni proprio il 7 marzo, il giorno prima della giornata dedicata alla donna, e forse in quel giorno ha trovato la morte per mano di un assassino feroce che ha inferto numerose ferite al suo corpo.

Tag:, , ,