Diritti dell’uomo, specializzazione per tre professioniste calabresi

La Calabria si specializza in tutela dei diritti umani presso la Corte europea dei diritti dell’uomo. Sono state tre le professioniste calabresi, infatti, che hanno preso parteTraining Seminar”, un corso di alta specializzazione attinente alla ricorribilità alla Corte europea dei diritti dell’uomo di Strasburgo, che si è svolto dal 24 al 26 novembre a Venezia presso l’Eiuc – Centro inter-universitario per i diritti umani e democratizzazione. L’Eiuc da anni opera nel settore dei diritti umani fondamentali ed ha diverse sedi nel mondo. Al corso di alta specializzazione hanno preso parte Emilia Tolomeo, del Foro di Catanzaro, per la parte che attiene il diritto civile, Sara Giordano, operante nel territorio del Foro di Catanzaro, e Francesca Portulano, del Foro di Crotone, per il modulo avanzato di diritto penale.

Giordano e Portulano in passato hanno anche conseguito un diploma di secondo livello, sempre in ambito di tutela dei diritti dell’uomo, con la frequenza del master “Robert Schuman” svoltosi a Strasburgo lo scorso agosto.

L’alta formazione conseguita al Corso “La tutela dei diritti umani presso la Corte europea dei diritti dell’uomo”, è incentrata sulle competenze sostanziali e processuali relative all’inoltro dei ricorsi alla Corte europea dei Diritti dell’uomo, ma anche ad implementare, a livello avanzato, le conoscenze di coloro i quali avevano già una prima formazione in materia.

Come definito dall’Eiuc, lo scopo del corso è quello di approfondire i meccanismi di protezione dei diritti fondamentali previsti dalla Convenzione europea dei diritti dell’uomo (Cedu), con particolare riferimento alla procedura di ricorso individuale presso la Corte di Strasburgo.

In generale, “la missione di Eiuc, con i suoi sette Global Campus in tutto il mondo, è quella di sviluppare un hub strategico per il progresso, l’interconnessione e il coordinamento delle risorse umane e delle competenze chiave nell’area dei diritti umani in tutte le regioni del mondo, collaborando con le parti interessate a livello governativo, intergovernativo e i livelli della società civile”.

La visione condivisa del Centro interuniversitario europeo per i diritti umani e la democratizzazione/Campus globale dei diritti umani è: “un mondo in cui la dignità umana, la libertà, la democrazia, l’uguaglianza, lo stato di diritto e il rispetto dei diritti umani, come valori condivisi dell’UE e delle Nazioni Unite e come standard legali vincolanti a livello internazionale, siano pienamente realizzati”.

Notizie Correlate

© 2017 RGB Communication srls · PI 03409750795 · Powered by Idemedia.