Crotone,
Tempo di lettura: 1m 45s

Teatro Rossosimona, in scena ad Altomonte e Celico “Al posto sbagliato – storie di bambini vittime di mafia”

Da sinistra Bruno Palermo e Francesco Pupa

Sarà l’anfiteatro “Costantino Belluscio” ad ospitare, domenica 21 agosto alle ore 21:00, una nuova replica dello spettacolo “Al posto sbagliato. Storie di bambini vittime di mafia” nell’ambito del programma dell’Altomonte Festival Euromediterraneo 2022.

La pièce, liberamente ispirata al libro omonimo di Bruno Palermo, è diretta e interpretata da Francesco Pupa, che ne ha curato anche l’adattamento drammaturgico insieme all’autore.

Una produzione di Teatro Rossosimona che non lascia indifferenti e può essere considerata a pieno titolo un esempio riuscito di teatro di impegno civile, com’è nella cifra stilistica della compagnia diretta da Lindo Nudo.

Un lavoro basato su di una raccolta documentata di tragici fatti di cronaca nei quali a cadere, per calcolo o per sbaglio, ci sono giovani innocenti, smentendo il luogo comune che la mafia non uccide donne e bambini.

Un’opera rappresentata in molte occasioni davanti ad un pubblico giovane che ha raccolto il consenso di Libera, l’associazione fondata da don Luigi Ciotti a contrasto della corruzione e della cultura delle mafie, e che dopo le rappresentazioni dell’anno scorso – al Palacultura di Rende il 26 luglio e il 3 settembre al raduno nazionale dei giovani al camping Sovereto di Isola Capo Rizzuto –  è stata messa in scena quest’anno a Cosenza il 21 marzo, in occasione della Giornata della memoria e dell’impegno, con la condivisione del Presidio Libera di Cosenza Area Urbana “Sergio Cosmai” e sarà a fine ottobre alla Casa del Teatro Ragazzi e Giovani di Torino.

Martedì 23 agosto alle 21:30 lo spettacolo verrà invece messo in scena a Celico, presso il parco comunale “Roberta Lanzino”, nell’ambito del Festival dell’Effimero 2022.

Teatro Rossosimona è compagnia riconosciuta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali come Impresa di produzione di teatro di innovazione nell’ambito della sperimentazione dal 2003 e nel 2004 ha ottenuto il riconoscimento della Regione Calabria come compagnia professionale (L.R. n. 19/2017).