Crotone
Tempo di lettura: 3m 49s

L’Hera della Magna Graecia: il maestro Federico Nicoletta incanta il pubblico

Un tocco caldo, leggiadro, ma intenso allo stesso tempo: la stagione concertistica “L’Hera della Magna Graecia” – organizzata dalla società Beethoven Acam e giunta alla 43° edizione – ha visto sabato scorso l’esibizione del maestro Federico Nicoletta. Da Beethoven a Wagner, da Schubert a Verdi, Nicoletta ha eseguito magistralmente le opere dei grandi maestri della musica classica, ipnotizzando gli spettatori presenti.

FEDERICO NICOLETTA

Si è esibito da solista per il Maggio Musicale Fiorentino (recital lisztiano), per il Teatro alla Scala (Kammermusik nr.2 di P. Hindemith), per la Società dei Concerti di Milano in Sala Verdi (IV Sinfonia di Beethoven-Liszt e Quintetto di Beethoven con i Solisti del Teatro alla Scala), con i Nürnberger Symphoniker (1° concerto di Martucci),

l’Orchestra Sinfonica Verdi di Milano e l’Or-questa RTVE-Radio Televisión Española (concerto op.54 di Schumann), la Filarmonica Toscanini all’auditorium Paganini di Parma (2° concerto per pf. e orch. di F. Liszt), l’Orchestra Giovanile Italiana (1° concerto per pf. e orch. di Beethoven), al Bologna Festival (Oiseaux exotiques di Messiaen per pf. e orch.), per l’apertura della stagione da camera 2022 dell’Accademia di Santa Cecilia (Les Noces di Stravinskij).

Nel 2016 gli è stato assegnato il 2° premio e il premio della critica al Concorso Pianistico Inter-nazionale “Rina Sala Gallo” di Monza e nel 2018 il Premio Finalista al XIX Concurso Internacional de Piano de Santander “Paloma O’Shea”.

Si dedica con particolare passione al repertorio cameristico, collaborando con le prime parti delle orchestre di Teatro alla Scala, Accademia di Santa Cecilia, Opera di Roma, RAl e Teatro Regio di Torino, Orchestra della Svizzera Italiana, Berliner Philharmoniker, London Philharmonic, Opéra de Paris, New York Philharmonic, con musicisti quali P. Cuper, E. Daniels, Gomalan Brass, U. Lemper, R. Morales, M. Pierobon, Y. Sato, K. Zhu per prestigiose società concertistiche e teatri (Tokyo Bunka Kaikan, Festival MiTo, 52° Festival Internazionale di Musica Contemporanea della Biennale di Venezia, Teatro Comunale di Bologna, Ponchielli di Cremona, Auditorium della RTSI-Radio Svizzera Italiana di Lugano, Palazzo del Quirinale, Teatro Bibiena di Mantova, Ravenna Festival, Teatro Regio di Parma, Lingotto di Torino).

In trio con Francesco Platoni (I Cb RAI Torino) e Simone Nicoletta (I cl Teatro Comunale di Bolo-gna) ha ricevuto dal Ministero dei Beni Artistici e Culturali e da SIAE il premio «SILLUMINA» 2018, che ha portato il trio a suonare in tournée, tra 2018 e 2019, in 13 città italiane.

Le sue esecuzioni sono state trasmesse da Radio3 (Obra Maestra di G. Mancuso, concerti per Biennale di Venezia, Palazzo del Quirinale), Radio Toscana Classica (Messiaen), RTVE-Radio Televisión Española (Concerto di Schumann).

Nel 2023 ha partecipato a La stanza della musica su Radio3, con la conduzione di Andrea Penna, eseguendo in diretta la VII Sinfonia di Beethoven-Liszt e altre trascrizioni e parafrasi lisztiane. Nel 2012 ha registrato con Corrado Giuffredi ed Enrico Fagone un programma verdiano per la Televisione della Svizzera

Italiana al Teatro di Busseto. Ha partecipato come maestro sostituto alla 61ª stagione del Teatro Lirico Sperimentale di Spo-leto nelle produzioni di Il Trovatore, La Dirindina e Pimpinone, accompagnando il Concorso Internazionale per Direttori d’Orchestra “Franco Capuana”, collaborando con Renato Bruson e Raina Kabai-vanska, e prendendo parte alla tournée per Il Barbiere di Siviglia in Qatar.

Per la stagione 2019/2020 è stato Artista in residenza per la Società dei Concerti di Milano. Diplomato con lode all’Accademia di Santa Cecilia con Benedetto Lupo, alla Scuola di Musica di Fiesole con Bruno Canino (musica da camera) e Pietro De Maria (pianoforte), a Napoli e Parma con Stefania Bertucci, Pierpaolo Maurizzi e con Pietro Veneri (Direzione d’orchestra), è docente di Pianoforte nei Conservatori di Bologna e Reggio Emilia.

 

PROGRAMMA

L.v. Beethoven-F.Liszt Sinfonia n. 7, 5.464/7

  1. Poco sostenuto – Vivace
  2. Allegretto

III. Presto

  1. Allegro con brio

 

F.Liszt – Venezia e Napoli.

Supplément aux Années

de pèlérinage, vol. II, S 162

Gondoliera

 

F.Liszt – R. Wagner

Isoldes Liebestod: Schlußszene aus Tristan und

Isolde S.447

[La morte d’amore di Isotta: Scena finale dal Tristano e Isotta]

 

  1. Liszt – F.Schubert

Der Müller und der Bach S.565/2

(Il mugnaio e il ruscello)

 

F.Liszt – G. Verdi

Paraphrase de concert sur