Crotone,

Ferrara, premiata la crotonese Claudia Rubino

C’è stata anche un po’ di Calabria alla cinquantaduesima edizione del Premio Estense, organizzato da Unindustria Ferrara, in collaborazione con prestigiose aziende ed istituzioni e finalizzato a valorizzare le eccellenze del giornalismo italiano.

Nel Teatro comunale di Ferrara “Claudio Abbado” è stato consegnato a Claudia Gaetana Rubino il Premio Estense Digital “Piazza nova” per la migliore recensione del libro finalista “Via Crucis”, scritto da Gianluigi Nuzzi, giornalista e volto noto della televisione italiana.

Accanto al celebre concorso letterario, infatti, si è affiancata dal 2015, la competizione “Piazza Nova”, in collaborazione con Mondadori e, nello specifico, con la piattaforma digitale Anobii, finalizzata a premiare la migliore recensione delle quattro opere finaliste a giudizio dei relativi autori.

La Rubino si è cimentata con la recensione del libro Via Crucis, edito da Chiarelettere nel 2015, opera con cui il noto giornalista Gianluigi Nuzzi, saggista e conduttore televisivo, è ritornato ad occuparsi di Santa sede, dopo i successi di “Vaticano S.p.A.” e ”Sua santità – Le carte segrete di Benedetto XVI” e, avvalendosi di materiale inedito, ha scoperchiato l’inquietante lotta intestina tra i fedelissimi di Papa Francesco, integerrimi e speranzosi sostenitori del cambiamento, e gli antieroi, impegnati ad ostacolare e dirottare l’anelito riformatore.

Claudia Gaetana Rubino, ha avviato la propria esperienza giornalistica nel 1997 per poi conseguire l’iscrizione dell’elenco dei giornalisti nel 2000 e diventare responsabile dell’Ufficio stampa della Camera di commercio di Crotone dal 2004.

Nel corso degli anni ho maturato diverse esperienze professionali e molteplici interessi ma la mia passione per eccellenza rimane sempre la lettura – è il commento della stessa – Pertanto, essere premiata in una fucina di cultura quale il Premio Estense mi riempie di gioia e mi stimola a continuare ad arricchire la mia libreria di preziose letture, da valorizzare e condividere anche mediante nuove tecnologie quali la piattaforma Anobii”.

La cerimonia di premiazione, condotta dall’apprezzata giornalista televisiva Cesara Buonamici, è stata incentrata su momenti di grande spessore culturale, come il confronto con i singoli autori finalisti: Gianluigi Nuzzi autore di “Via Crucis”, Mattia Feltri, con “Novantatrè”, Paolo Morando con “80, l’inizio della barbarie” e Sabrina Pignedoli con “Operazione Aemilia”.

Proprio la Pignedoli, giovane giornalista del Resto del Carlino, è risultata vincitrice del Premio Estense, con un libro-inchiesta incentrato sull’infiltrazione della ‘ndrangheta, e nello specifico delle cosche cutresi, nell’economia del nord.

Nel corso della manifestazione sono intervenuti tra gli altri: Antonio Polito, vice direttore del Corriere della Sera, al quale è stato attribuito il Premio Granzotto; il Presidente nazionale di Confindustria Vincenzo Boccia ed il Direttore del Sole 24 Ore, Roberto Napoletano.

A concludere l’evento l’incontro con gli autori premiati, svoltosi nel Ridotto del Teatro, ulteriore momento di edificante colloquio con le migliori penne del panorama editoriale italiano: “Gianluigi Nuzzi ha espressamente ribadito il suo apprezzamento per la recensione, che ha scelto in prima persona tra tutte quelle pervenute – conclude la Rubino – e nel redigere la dedica autografa al libro ha espresso l’augurio a mio avviso più bello ‘Con coraggio, sempre liberi’”.

Tag:,

Istituto S.Anna