Crotone
Tempo di lettura: 2m 37s

Dal Kosovo in Arbëria crotonese: un viaggio alla scoperta delle proprie radici storiche

Fili Meridiani ha ospitato un gruppo di giovani professionisti provenienti dal Kosovo. Il Kosovo, di lingua e identità albanese, è la repubblica più giovane d’Europa nata nel 2008 in seguito alla guerra per l’indipendenza dalla Serbia. Questo straordinario evento fa parte del programma del Ministero degli Esteri e della Diaspora del Kosovo Citizen Diplomacy Fellowship, che coinvolge i migliori giovani professionisti del Kosovo, tra cui anche le seconde generazioni di emigrati che vivono sparsi per il mondo (USA, Canada, Germania, Francia, Italia, Gran Bretagna, Svezia).

Per due giorni, molto intensi, le comunità di Pallagorio, Carfizzi e San Nicola dell’Alto sono diventate teatro di uno scambio culturale senza precedenti. I partecipanti hanno potuto scoprire elementi le proprie radici storiche, comuni al popolo arbëresh, e immergersi nella ricca tradizione arbëreshe, creando legami profondi e duraturi. Le esperienze vissute e le storie condivise hanno lasciato un segno indelebile, rafforzando il legame tra le due realtà.

Il programma, ricco e variegato, ha offerto numerose attività:

 

Cucina Arbëresh: scoperta della cucina tipica presso l’Indipendente Restaurante Bar di Pallagorio con il laboratorio delle Dromësat, la pasta benedetta degli arbëresh con Rosina Marra.

Degustazioni di vini e street food: presso la Tenuta Renda di Carfizzi, dove gli ospiti hanno apprezzato i vini arbëreshë.

Vista panoramica: a Monte Pizzuta, San Nicola dell’Alto, con un panorama mozzafiato.

Visite culturali: al Muzé Spazio Arbëria e al laboratorio di ori arbëresh di Lapietra.

Esperienze tradizionali: il rito del Pupughejo, simbolo di amicizia, celebrato con la signora Carmela.

Incontri significativi: con Fra Nikolin presso la Chiesa del Carmine e visita alle campane arbëresh.

Meeting Arbëria e Kosovo: per esplorare nuove opportunità di collaborazione.

Costumi tradizionali: gli ospiti hanno indossato i preziosi costumi arbëresh, vivendo appieno la cultura locale.

Ettore Bonanno, responsabile dell’organizzazione e dell’ospitalità per Fili Meridiani, ha dichiarato: “Questo incontro è stato un’esperienza straordinaria che ha arricchito tutti i partecipanti e rafforza il ruolo di Fili Meridiani come organizzazione in grado di cooperare a livello internazionale

Siamo molto felici che la calorosa accoglienza della comunità e l’interesse mostrato dai giovani professionisti del Kosovo hanno creato un legame profondo e duraturo. Siamo entusiasti delle opportunità future di collaborazione che questo evento ha messo in moto.”

Fabio Spadafora, CEO di Emira Digital, partner dell’evento, ha sottolineato: “Le relazioni internazionali e la cooperazione sono fondamentali per aprire nuove possibilità tra le comunità. Questo evento ha dimostrato come il dialogo e lo scambio culturale possano rafforzare i legami tra persone di diversa origine, creando opportunità di crescita e sviluppo reciproco.”

L’evento ha rafforzato il senso di unità e comunità, alimentando la speranza di ulteriori interazioni future. Un ringraziamento particolare va a Lendita Haxhitasim, Ambasciatrice del Kosovo in Italia, per la sua preziosa organizzazione e a tutti coloro che hanno offerto ospitalità e supporto.