Crotone,

Antica Kroton, ecco perché non si può più giocare

Uno scavo invaso dall'acqua nell'Antica Kroton

Ecco perché non si può giocare con l’Antica Kroton. Ce lo spiega ancora Margherita Corrado, questa volta nelle vesti di archeologa e non di Senatrice della Repubblica italiana. Quello che mostra Margherita Corrado sulla sua pagina Facebook è un vero e proprio disastro culturale ed archeologico, e lo scrive pure. Sono due foto di scavi eseguiti per portare alla luce edifici e resti di Kroton, una delle più importanti colonie della Megale Hellas. Il raffronto che mostrano le foto dell’archeologa è tremendo. Se i resti archeologici non vengono preservati e valorizzati al meglio in tempi brevi, basta una sola pioggia per distruggere anni di lavoro e secoli di conservazione.

Scrive Margherita Corrado: “Ecco cosa resta del muro perimetrale di una casa di Kroton, scoperta nell’area davanti alle fabbriche quando lo scavo archeologico – di fatto una buca – raccoglie l’acqua piovana di tutta la pianura e le idrovore lentamente la tirano via” (foto 1). Ma non basta, perché la foto 2 mostra un altro disastro provocato dalla pioggia e dall’incuria di chi quella zona doveva preservare. Ancora Corrado: “Non va meglio agli edifici pubblici, benché più solidi”.

Ecco perché allora non si può più giocare sull’Antica Kroton.

Tag:, ,

Profumeria Carolei