Crotone,
Tempo di lettura: 2m 9s

Vigili del Fuoco, simulata emergenza con comunicazione satellitare: tra i migliori Cesko Lavigna di Crotone

Francesco "Cesko" Lavigna durante l'esercitazione

Si è svolta, in località Telese a Gambarie sul territorio del Comune di Santo Stefano in Aspromonte, una esercitazione di comunicazione in emergenza con l’uso di sistemi di comunicazione satellitare, organizzata dalla Direzione regionale dei Vigili del Fuoco della Calabria.

Lo scenario esercitativo prevedeva la ricerca di una persona dispersa ed il salvataggio di quattro persone rimaste bloccate sulla seggiovia della pista “Nino Martino”. All’esercitazione hanno partecipato diverse componenti specialistiche del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, in particolare il Nucleo di soccorso Speleo Alpino Fluviale (SAF), il Nucleo di Topografia Applicata al Soccorso (TAS) del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Reggio Calabria, oltre al Nucleo Sapr (Sistemi Avanzati di Pilotaggio Remoto), ai Nuclei di Telecomunicazione (TLC) di Sicilia e Calabria, al personale del servizio di Comunicazione in Emergenza con la regia mobile della Direzione regionale dei Vigili del Fuoco dell’Emilia Romagna e alla squadra del Distaccamento dei Vigili del Fuoco Volontari di Gambarie.

A rappresentare il Comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Crotone è stato il capo Squadra Francesco “Cesko” Lavigna, che continua con dedizione e passione il suo percorso formativo con continui aggiornamenti nel mondo della comunicazione in emergenza. Agli interventi simulati di ricerca e soccorso hanno partecipato anche volontari del Comitato locale Vallata del Gallico della Croce Rossa Italiana, volontari delle locali associazioni di Protezione Civile, rappresentanti del Dipartimento di Protezione Civile della Regione Calabria, del Comune di Santo Stefano in Aspromonte e la Sezione dell’associazione Vigili del Fuoco in Congedo del Comando provinciale di Reggio Calabria.

La simulazione di intervento sulle piste e sulla seggiovia è stata possibile, oltre alla disponibilità del gestore Aspro Service, grazie alla collaborazione dell’Ansfisa, l’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie e delle Infrastrutture Stradali e Autostradali, che ha autorizzato la temporanea sospensione della fruizione al pubblico dell’impianto.

Le attività esercitative hanno permesso di testare con successo, oltre alle procedure operative di soccorso in questi specifici scenari, la possibilità di garantire flussi comunicativi verso il Centro Operativo Nazionale (CON) del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e verso la Prefettura di Reggio Calabria in totale assenza di segnale di telefonia mobile, attraverso l’utilizzo di due distinti sistemi di comunicazione satellitare. Lavigna si è distinto in tutta l’esercitazione per prontezza, spirito di iniziativa e capacità di comunicazione rapida ed efficace in situazione di emergenza.