Crotone,
Tempo di lettura: 1m 34s

Vazzano (Jobel): “Al fianco di Gratteri, non dobbiamo farlo sentire solo”

Il Consorzio Jobel aderisce alla manifestazione nazionale del 5 luglio a Milano #MAI PIU’ STRAGI. Manifestazione nazionale contro la ‘ndrangheta a sostegno del procuratore Gratteri e di tutti coloro che rischiano la vita contro le mafie.  A inizio maggio è stato scoperto il progetto di un attentato nei confronti del Procuratore della DDA di Catanzaro. Una nuova minaccia alla vita del magistrato impegnato in prima linea contro la ‘ndrangheta. A trent’anni dalle stragi di Palermo, vogliamo agire prima per non dover rimpiangere nulla dopo. È importante sostenere Gratteri, i magistrati e le forze dell’ordine che svolgono il proprio lavoro e ci difendono dalla violenza mafiosa, per far in modo che non accada quanto è successo a Capaci e via D’Amelio. È Importante in questo momento sostenere la democrazia, a rischio per la violenza e l’infiltrazione della ‘ndrangheta. Gratteri non è solo ed è necessario non farlo sentire solo.

Si vuole lanciare il messaggio secondo cui l’Italia e per quanto ci riguarda, la Calabria, non riproduce meccanismi di isolamento nei confronti dei magistrati impegnati nel contrasto alle mafie. Il consorzio Jobel aderisce alla manifestazione, in particolare, perché vuole contribuire a costruire quella comunità e quelle condizioni di base che creano reciprocità, relazioni autentiche vere al di fuori dai vincoli delle clientele e delle illegalità.

La presenza dei calabresi e del terzo settore più evoluto nella mobilitazione pro Gratteri ha una valenza molto importante: la cura dei diritti sottrae terreno al potere della malavita organizzata, investire in socialità, nelle pari opportunità, nei diritti di cittadinanza , in cultura, rafforza i territori strutturalmente più deboli. Pe questo bisogna esserci e non bisogna lasciare soli i magistrati come Gratteri